JURASSIC PARK UNIVERSAL 4K
AF Focus Featured home In evidenza Insider

Impianti per umani o per marziani?

impianti marziani monaco hi end

Nell’alta fedeltà una tendenza in atto è quella di presentare prodotti e impianti sempre più enormi e costosi, rivolti a un ristretto pubblico di ricchi e super ricchi…

Nel mio breve report sulla fiera di Monaco di Maggio (High End Society 2018), avevo sottolineato due tendenze che mi erano sembrate emergessero.

  • Diffusori e impianti giganteschi
  • Diffusori attivi

Sui diffusori attivi farò un articolo specifico, ora mi voglio soffermare sui diffusori giganti e relative elettroniche “monumentali”. Parliamo di costi a 6 cifre!

Impianti per umani o per marziani?

Parlando con i fabbricanti ed i loro distributori la teoria era la seguente: la classe media è sparita quindi o vendiamo ai ragazzi o ai super ricchi. Da qui la scelta di presentare prodotti sempre più costosi e con quotazioni assolutamente fuori da ogni logica. Non è in discussione il costo in sé, la qualità si paga sempre, in ogni ambito, ma il rapporto tra il prodotto ed il prezzo di vendita.

Impianti per umani o per marziani?

Nessuno si sentirebbe di obiettare per il costo di una Ferrari, una imbarcazione od un appartamento di lusso, ma se si chiedono svariate migliaia di euro per un cavo, qualche domanda si pone. Parlo di cavi perché l’esempio è il più facile, ma lo stesso si può applicare ad elettroniche e diffusori dai prezzi ben poco umani.

Impianti per umani o per marziani?

L’alta fedeltà è nata per fruire dell’ascolto di musica in casa, dal maggior numero di persone possibile. Ricordo che uno dei diffusori più famosi all’inizio dell’HiFi, le AR3 (Acoustic Research, USA) erano presentate in un mezzanino della Central Station di New York, proprio per farle conoscere ad un pubblico “normale”. Il messaggio era chiaro, si potevano acquistare ed usarle in casa propria. Altre pubblicità mostravano lo stesso concetto con il giradischi, il sintoamplificatore stereo ecc.

Più avanti negli anni (inizi 80) l’arrivo dell’integrato NAD 3020 ha portato questo prodotto a milioni di utenti, permettendo di costruire “impianti umani” con prestazioni più che dignitose.

Impianti per umani o per marziani?
NAD 3020b

Ora, se tutti gli operatori del settore (fabbricanti, importatori, negozianti, media) vogliono che questo mercato si espanda e consolidi, è necessario che in un certo senso si ritorni all’origine, cioè ad una alta fedeltà fruibile dai più.

E non mi riferisco solo a prodotti economici, ma a oggetti che abbiano un corretto rapporto qualità-prezzo, quello che distingue in inglese il cheap da value.

Impianti per umani o per marziani?
Meridian M3 (delle quali parlerò nel prossimo articolo)

La rinascita del vinile ha in sé diversi messaggi, uno dei quali è il ritorno al supporto fisico e quindi ad un desiderio di qualità, che superi il cellulare con la cuffietta o il piccolo diffusore bluetooth. Gli operatori che sapranno identificare e soddisfare questa richiesta da parte di “esseri umani” potranno aiutare il nostro affascinante mercato ad espandersi e consolidarsi. Diversi segnali vedo in questa direzione, prodotti sempre più performanti ad un prezzo credibile.

*Prime 4 immagini dal Monaco Hi End tratte dal reportage fotografico di MY-HiEND

Pin It on Pinterest