JBL LINK AUDIOCONNESSO
Featured home Notizie TV

IHS Markit: nel 2025 un TV su cinque sarà almeno da 65’’

OLED 8K

Complici il calo dei prezzi, nuove linee produttive e l’arrivo di diverse novità tecnologiche (dal micro LED all’8K), prepariamoci a un mercato TV sempre più oversize

Sembra proprio che dovremo abituarci a TV di dimensioni sempre maggiori. È quello che emerge da una nuova ricerca di mercato di IHS Markit, secondo la quale i TV da 60’’ e oltre (ma diciamo pure dai 65” in su) sono destinati a quadruplicare da qui al 2025. Se infatti nel 2016 i modelli oversize hanno raggiunto vendite per 14 milioni di pezzi, lo scorso anno il numero è salito a 19 milioni e a fine 2018 arriverà a 23 milioni.

Nel punto di arrivo del 2025 IHS Markit stima ben 54 milioni di TV dai 65’’ in su che troveranno posto nelle case di tutto il mondo, ovvero il 19% dell’intero mercato. Non è una percentuale altissima di per sé, ma lo diventa se consideriamo appunto che fino a due anni fa simili numeri erano quasi inimmaginabili.

IHS Markit: nel 2025 un TV su cinque sarà almeno da 65’’

La spinta per modelli così grandi e ingombranti, che riguarda naturalmente sia modelli LCD, sia TV OLED, verrà favorita dal progressivo calo dei prezzi e dall’investimento di grandi nomi (BOE, Sharp, CSOT, LG) in linee produttive sempre più avanzate (come nel caso del nuovo impianto Gen 10.5 di BOE a Hefei), ma non solo.

Se infatti pensiamo che già a breve arriveranno sul mercato i primi TV 8K “consumer” e che si tratterà appunto di modelli dai 65’’ in su, è logico aspettarsi nei prossimi anni un numero sempre maggiori di simili televisori, senza poi dimenticare tutto il discorso relativo ai TV micro-LED e alla loro natura modulare, che permetterà di realizzare schermi di dimensioni davvero enormi (anche oltre i 150’’) destinati però (almeno per ora) a settori professionali, considerando soprattutto i prezzi da infarto che li caratterizzeranno.

IHS Markit: nel 2025 un TV su cinque sarà almeno da 65’’

Facendo una breve ricerca online, in Italia un TV da 65’’ di ultima generazione (e non top di gamma) come l’OLED B8 di LG parte da 2500 euro, mentre per il Samsung QE65Q8F ce la si cava anche con 2000 euro. Se poi si cerca qualcosa di meno costoso, magari puntando su un modello dello scorso anno, si può spendere ancora di meno e così l’OLED B7 di LG si trova anche a 2000 euro e si scende ulteriormente per un QLED Samsung equivalente della gamma 2017.

Prezzi sicuramente non per tutti ma che iniziano a essere molto più interessanti rispetto a solo due o tre anni fa, quando per un 65’’ di medio livello (l’LG OLED B6V ad esempio) ci volevano qualcosa come 4999 euro, mentre il G6V da 77’’ costava all’uscita addirittura 19999 euro contro i 17000 euro necessari per portarsi a casa oggi un W7 dallo stesso polliciaggio (e c’è quasi un abisso qualitativo tra i due modelli). Il fatto insomma che fra sette anni un TV su 5 avrà una diagonale di 65’’ o superiore non deve stupire più di tanto, anche se il problema per portarsene a casa uno (oltre al prezzo naturalmente) rimane sempre quello: avremo posto a sufficienza in salotto?


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest