Featured home Mobile Prove

Huawei MediaPad M5: tutta la solidità di un tablet Android

MediaPad M5

È sempre più difficile proporre qualcosa di nuovo nel mercato dei tablet tradizionali, soprattutto in ambito Android. Il Huawei MediaPad M5 non ci riesce, pur risultando un tablet slate di indubbia solidità.

Ricordate quando sembrava che i tablet avrebbero preso prendessero il controllo di tutto? Li avremmo usati per lavoro al posto dei laptop, al supermercato per vedere la lista della spesa e chissà quanti altri compiti ci immaginavamo avremmo fatto con questi device. Le cose però non sono andate proprio così. La maggior parte delle persone che desideravano acquistare un tablet ne ha acquistato uno tenendolo per diversi anni e, di conseguenza, le vendite hanno rallentato, così come i progressi tecnologici (che invece sono andati molto più veloci sugli smartphone).

Nonostante ciò il Huawei MediaPad M5 8.4, presentato al Mobile World Congress 2018 di Barcellona assieme al fratello maggiore da 10,8’’, è tra le uscite più interessanti nel mercato tablet tradizionali viste negli ultimi tempi, escludendo naturalmente la gamma iPad di Apple. Certo, basta non aspettarsi fotocamere da urlo, riconoscimento facciale e altre feature tipiche degli odierni smartphone top di gamma, ma considerando anche il prezzo (399 euro di listino per la versione 4G), il Huawei MediaPad M5 8.4 è uno dei migliori tablet “piccoli” presenti sul mercato.

Design e costruzione

Huawei MediaPad M5: tutta la solidità di un tablet Android

Il MediaPad M5 è molto simile all’iPad mini 4, solo con un display “più lungo”. Il retro in alluminio è interrotto solo da alcune linee che “lasciano respirare” le antenne e il tutto pesa solo 316g (circa il doppio del peso di uno smartphone). La parte posteriore è curva, così come i bordi del vetro dello schermo e l’area vuota attorno al display è molto minimale. Ne esce un design senza particolari picchi di novità o eleganza, ma sappiamo benissimo come i produttori di tablet badino molto meno al design rispetto a quanto fanno per gli smartphone.

Spiace però che, inseguendo le ultime novità del mercato, Huawei abbia eliminato il jack per le cuffie, sebbene nella confezione ci sia un adattatore che si collega alla porta USB-C del tablet (l’unica presente). Non troviamo nemmeno l’impermeabilità (ma non ce l’aspettavamo nemmeno), mentre c’è uno scanner di impronte digitali. È decisamente veloce e lo si può utilizzare anche per bloccare certe app nel caso in cui i vostri figli prendano spesso in mano il tablet. L’M5 è indubbiamente un bel tablet (seppur non esaltante sul versante estetico) ed è molto simile al precedente MediaPad M3, pur acquisendo un aspetto più elegante.

Huawei MediaPad M5: tutta la solidità di un tablet Android

Display

Come suggerisce il nome, l’M5 8.4 ha uno schermo da 8,4 pollici in 16:10, con pannello LCD-IPS e risoluzione di 2560×1600 pixel. I suoi principali rivali, come il Samsung Galaxy Tab S2 8.0 e l’iPad Mini 4, hanno invece un display in 4:3. Abbiamo citato il Galaxy Tab S2 con il suo schermo da 8’’ perché, nonostante sia una generazione indietro rispetto al Huawei, il più recente Tab S3 è disponibile solo con display da 9,7’’ e quindi non si può considerare un vero e proprio rivale del MediaPad M5.

Chi vince la sfida dell’aspect ratio? Per i film è sicuramente meglio il formato di Huawei, ma un display in 4:3 è preferibile per la navigazione web e per la maggior parte delle app. Gli smartphone si stanno dirigendo da tutt’altra parte (in fascia medio-alta oggi dominano i 18:9), ma questo succede perché gli utenti preferiscono un device più lungo e stretto che si adatti meglio all’utilizzo con una mano, ma nel caso dei tablet il discorso è inevitabilmente diverso.

Siamo di fronte a un display di discreta qualità, anche se non all’altezza di quello di iPad mini 4 o del Galaxy Tab S2. In parte a causa dei livelli di nero e in parte per la precisione dei colori, lo schermo del MediaPad M5 non ha proprio l’impatto dei migliori tablet al mondo, pur non allontanandosene troppo. A differenza della versione Pro più grande, non c’è uno stilo, anche perché questo è un tablet per navigare, divertirsi, giocare e guardare video in streaming, non certo disegnare una graphic novel. È, a tutti gli effetti, una “macchina multimediale” e anche i due piccoli altoparlanti stereo fanno degnamente il proprio dovere pur risultando un po’ aspri in gamma media se si esagera con il volume.

Huawei MediaPad M5: tutta la solidità di un tablet Android

Software

Huawei ha integrato nel suo tablet Android 8.0 Oreo qui rivisto attraverso la ben nota interfaccia EMUI, che non assomiglia esattamente ad Android standard; troviamo infatti un diverso design del menu delle app, icone personalizzate e una barra delle notifiche rivista. Tuttavia, l’impressione generale è familiare. Come molti smartphone Huawei, anche il MediaPad M5 è dotato di numerose app preinstallate, molte delle quali risulteranno inutili per diversi utenti. Per fortuna si possono disinstallare e recuperare così spazio utile.

Prestazioni e autonomia

Il SoC Kirin 960 all’interno del MediaPad M5 non è nuovissimo, ma Huawei l’ha utilizzato con buoni risultati in alcuni dei suoi precedenti smartphone top di gamma come il Mate 9. Uno dei pochi problemi con il precedente MediaPad M3 era il frame rate incerto nei giochi più pesanti come Asphalt 8, ma qui le cose vanno decisamente meglio. Si tratta in fondo di una CPU veramente potente, con prestazioni decisamente più elevate di quelle di uno Snapdragon 650 anche grazie alla GPU Mali G71 e alla CPU a otto core, quattro dei quali sono Cortex-A73.

Huawei MediaPad M5: tutta la solidità di un tablet Android

Nel test 3DMark Sling Shot Extreme di Futuremark il Huawei MediaPad M5 8.4 ha toccato i 2064 punti. Un risultato più elevato sia rispetto agli 878 punti del Galaxy Tab S2, sia ai 1695 punti dell’iPad mini 4. Ci si potrebbe aspettare che simili prestazioni vadano a discapito dell’autonomia, considerando poi anche lo spessore inferiore agli 8 mm che non fa presagire una batteria molto capiente. Ma non è così. Huawei ha infatti trovato spazio per una batteria da 5100mAh, che è molto simile a quella dell’iPad mini 4 (5124 mAh) e decisamente migliore di quella del Galaxy Tab S2 da 4000 mAh.

Con la riproduzione di video a 720p con il display tenuto al 50% di luminosità, l’M5 si spinge fino a 15 ore con una carica, segno che il processore fa un ottimo lavoro nel ridimensionare le prestazioni quando non è necessario spremete tutta la sua potenza. Tre ore di Real Racing 3 consumano inoltre il 51% dalla batteria e con giochi meno affamati di GPU si possono superare tranquillamente anche le sei ore di autonomia. Davvero niente male.

Huawei MediaPad M5: tutta la solidità di un tablet Android

Fotocamera

La fotocamera posteriore da 13MP è completa di autofocus ma priva di flash e già questo ci dice molto sulle scarse velleità fotografiche di questo tablet. Si ottengono comunque scatti a risoluzione più alta rispetto all’iPad mini 4 o al Samsung Galaxy Tab S2 (entrambi hanno fotocamere da 8 megapixel), ma non aspettatevi la resa di un camera phone.

La fotocamera frontale utilizza un sensore da 8 megapixel che, ancora una volta, non è paragonabile a quello dei migliori smartphone di Huawei, anche perché ultimamente il produttore cinese ha investito molto nei moduli frontali in chiave selfie.

Huawei MediaPad M5: tutta la solidità di un tablet Android

Verdetto

Il Huawei MediaPad M5 8.4 è un tablet tradizionale e ben poco rivoluzionario, ma ce l’aspettavamo visto il momento di stagnazione di questo mercato, soprattutto per quanto riguarda i modelli “slate” come questo. Nonostante ciò con circa 400 euro ci si porta a casa un tablet Android aggiornato nel software, forte di un’autonomia eccellente, completo nella connettività (4G, Wi-Fi ac) e con prestazioni superiori a quelle dei principali rivali con dimensioni simili.

© 2018, AF Digitale. Tutti i prodotti sono stati provati nelle apposite sale di ascolto e di visione di Huawei MediaPad M5: tutta la solidità di un tablet Android e Huawei MediaPad M5: tutta la solidità di un tablet Android dal team editoriale con sede nel Regno Unito.

  • Verdetto
4

Riassunto

È sempre più difficile proporre qualcosa di nuovo nel mercato dei tablet tradizionali, soprattutto in ambito Android. Il Huawei MediaPad M5 non ci riesce, pur risultando un tablet slate di indubbia solidità.

Pro
Autonomia eccellente
Sottile e leggero
Prestazioni più che buone

Contro
Nulla di veramente nuovo sotto il sole
Niente jack audio
Display un po’ sotto tono

Scheda tecnica
Display: LCD-IPS 8,4’’, 2560×1600 pixel (16:10)
SoC: Kirin 960 octa-core
RAM: 4 GB
Storage: 32 GB
Fotocamera: 13M posteriore, 8MP frontale
Sistema operativo: Android 8.0 Oreo
Batteria: 5100 mAh
Connettività: Wi-Fi ac, LTE, Bluetooth 4.2 aptX
Peso: 316 grammi
Prezzo: 399 euro
Sito del produttore: consumer.huawei.com/it


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest