UNIVERSALGRANDE CINEMA 4K
Featured home Prove Prove AF

Headphone Klipsch Heritage HP-3

Klipsch Heritage HP-3

Il leggendario Klipsch sound tutto in una cuffia, Klipschorn o Cornwall sono diffusori troppo grandi? Con Heritage HP-3 stanno comodamente in testa!

Devo ammettere che la prova di una cuffia mi mette sempre in uno stato di curiosità e di voglia di riscoprire un modo di ascoltare la musica che è stato il mio primo passo verso l’hifi e la professione in campo audio, così, quando mi hanno proposto di recensire le Klipsch Heritage HP-3 ho pensato: ecco un’altra macchina del tempo che mi farà tornare ragazzino…

Aspetto e caratteristiche

Si tratta senza dubbio di un oggetto da collezione, la presentazione è classicamente di lusso, la cuffia viaggia in una piccola valigia di legno che ha le dimensioni di una ventiquattrore, un lato è trasparente e mostra la HP-3 riposta nel suo scomparto dedicato ricoperto in delicato velluto.

Headphone Klipsch Heritage HP-3

Sfilato il pannello di apertura, posto sul fianco della confezione, il tutto prende l’aspetto di una cassettiera a due scomparti, nel primo trova alloggio la cuffia, nel sottostante ci sono i cablaggi e una staffa per riporre la HP-3 quando non utilizzata. I cavi sono di buona qualità con guaina telata e sono presenti due cablaggi distinti, con jack da 6.3 per utilizzi normali in impianti hifi, e jack da 3.5 per utilizzi con smartphone e tablet. La soluzione denota attenzione alla resa finale secondo i canoni dell’hifi più ortodossa che “banna” a gran voce l’interposizione sul percorso del segnale di qualsiasi riduzione o giunzione superflua.

Headphone Klipsch Heritage HP-3

Costruzione

La cuffia è di tipo on-ear semi-open design, vuol dire cuffia ad archetto con padiglioni che vanno in appoggio sulla testa dell’ascoltatore e le membrane dei trasduttori emettono, opportunamete filtrate e protette, anche al loro esterno per una resa acustica di maggior qualità priva di compressioni; per spiegarla diversamente se fosse un diffusore acustico sarebbe un Bass Reflex con apertura aperiodica (Variovent).

Headphone Klipsch Heritage HP-3

Il padiglione che fa da cassa acustica è realizzato in legno, la struttura dell’archetto in metallo leggero rivestito di pelle e cuoio e i cuscini, in gergo detti “ear cushions” sono in morbida pelle sheepskin e sono sono magnetici per una facile manutenzione e pulizia.

La HP-3 è una cuffia costruita senza compromessi e vanta un’ottima efficienza (in altre parole è facile come carico per l’amplificatore) proprio come i target dell’azienda, fondata dal Colonnello Paul Klipsh, richiedevano, e per rendere possibile questa specifica utilizza trasduttori da ben 52mm di diametro! Membrane grandi per una cuffia proprio come i grossi woofer Klipsch da 40cm di diametro lo sono per i diffusori della serie Heritage.

Headphone Klipsch Heritage HP-3

Ultima nota prima di passare alla valutazione del sound di questa cuffia, che vi spoilero essere ampiamente positiva, è la sua costruzione eseguita completamente a mano, ulteriore caratteristica che ne fa un oggetto unico a prescindere dal suo costo, del quale sinceramente non mi sono nemmeno preoccupato di conoscere il valore prima della prova. Si tratta di un oggetto senza tempo, come tutti i Klipsch serie Heritage, e sarà acquistata come oggetto di appassionato collezionismo, privo quindi un suo valore relativo assoluto, ma ricco di fondatissima insana passione.

(cmq giusto per la cronaca parliamo di un oggetto di circa 1.500 Euro)

Prova di ascolto

L’ascolto delle Klipsch HP-3 si è svolto in ambiente puramente hi-fi, alternando sorgenti analogiche e digitali gestite da un buon amplificatore integrato con uscita cuffia. Un contesto pratico, che vede la cuffia come oggetto “in più” per un momento di ascolto intimo o notturno e non come un oggetto audiofilo maniacale corredato da orpelli esagerati quali amplificatori dedicati, cavi particolari, ne tanto meno accortezze tipo connessioni bilanciate, rodaggi e qualsivoglia “menata” esoterica. Una Klipsch deve suonare forte, bene e subito, in modo pratico, senza mezze misure, immediata e sincera.

Headphone Klipsch Heritage HP-3

Il suono Klipsch ti fulmina subito…

Il suono klipsch ti fulmina subito con la prima impressione in barba od ogni proverbio della nostra ancestrale cultura, ed anche con questa HP-3 la sensazione non è da meno, abituato a smanettare molto di più con il controllo di volume, il primo impatto è stato “caspita come suona forte!” subito ho dovuto retrocedere di due tacche per adeguare il livello di riproduzione alla mia soglia di ascolto.

Una volta raggiunto un buon compromesso ho iniziato ad assaporare i dettagli di un suono aperto e possente, facile e ruffiano, la timbrica delle HP-3 mi ha trasmesso subito sensazioni positive, non so se il modello in prova fosse già passato nelle mani di qualche altro collega redattore, ma la necessità di rodaggio non c’è stata, la musica è uscita subito con molta facilità.

Il paesaggio sonoro offre una buona tridimensionalità, l’effetto della musica dentro la testa e molto percepibile e se non fosse per la indiscutibile mancanza di pressione sonora nell’ambinete (mancanza di spl) che si percepisce col fisico, verrebbe spontaneo staccarsi la cuffia dalle orecchie per capire se sia effettivamente lei a suonare e non i diffusori dell’impianto nel backstage visivo.

La gamma bassa è corposa e possente pur non essendo profondissima, restituisce in modo ottimale sia i fraseggi del basso elettrico sia le percussioni, e stupisce con la musica classica per la chiarezza del messaggio che fedelmente viene riproposto come in un ascolto monitor near field.

La medio alta è ben definita pur non diventando mai radiografante, caratteristica che si risontra negli ascolti live che sono sempre molto meno precisi di una riproduzione hi-fi ma dotati di una certa magia che li rende più affascinanti.

I piatti della batteria e i pizzicati degli strumenti ad arco sono come nella migliore tradizione Klipsch riprodotti molto chiari e intellegibili: un vero massaggio rilassante per i nostri padiglioni auricolari.

Come accade con altre cuffie, dopo un paio d’ore che la si ha in testa, anche la HP-3 inizia a farsi sentire, del resto a livello fisico non possiamo dire che sia piccola e pratica, ma non si tratta di fatica di ascolto, è solo una pura questione fisica, a mio avviso perdonabile perchè questa headphone nasce per ascolti domestici e non per performance lavorative come possano essere richieste a dj o in uno studio di registrazione, dove anche la portabilità fisica può fare la differenza tra un apparecchio e l’altro.

Headphone Klipsch Heritage HP-3

Verdetto

Un giudizio positivo, quello che esprimo su questa Klipsch HP-3, pur essendo un oggetto che ammalia per come è realizzato e come si presenta, non delude dal punto di vista sonico, risulta sempre equilibrata e fedele con qualsiasi genere musicale.

In memoria di uno degli slogan storici di AF Digitale che recitava “nientre fronzoli , tutta sostanza” qui posso siceramente dire che ci sono sia i fronzoli (confezione in legno, velluto, cuoio, pelle profumata…) nel loro senso più positivo, sia la sostanza di una riproduzione in cuffia di alto livello…

Insomma il viaggio nel tempo che auspicavo all’inizio è avvenuto, riportandomi in un tumulto di suoni ed emozioni che mi hanno ricordato il periodo preadolescenziale risvegliando sensazioni sopite dei tempi della scuola e della vita spensierata.

Klipsch Heritage HP-3
8.5 Recensione
Pro
Realizzazione superba
Oggetto da collezione
timbrica audio fedelissima alla tradizione Klipsch
Contro
Quasi nulla da dichiarare
dopo due ore "si sente" che è in testa
Riepilogo
E' un oggetto affascinante, realizzato a mano con grande cura per i dettagli, timbricamente neutro ripropone in modo fedele tutta la filosofia del Klipsch sound dinamico, di forte impatto emotivo e sincero.
Lo consiglio soprattutto a chi cerca una cuffia per ascolti intimi e rilassati, insomma situazone da poltrona comoda drink e pipa...
Chi usa le cuffie per lavorare sceglierà altre tipologie di prodotto, tra l'altro presenti nel vasto catalogo Klipsch, con le HP-3 ci godiamo invece tanta musica per il puro piacere di farlo.
Costruzione
Comfort
Qualità audio


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest