Featured home Mobile Notizie

Galaxy S11 potrebbe essere il primo smartphone Samsung con spettrometro

Galaxy-spettrometro

Il Galaxy S11 potrebbe disporre di uno spettrometro, anche se più probabilmente Samsung lancerà questo nuovo sensore su uno smartphone della serie Galaxy A.

I rumor più recenti su un prossimo smartphone di Samsung rivelano che questo sfoggerà uno spettrometro.  Questa non è la prima volta che uno di questi sensori viene integrato su uno smartphone,  ma potrebbe al contrario essere la prima volta che modello dotato di uno spettrometro possa realisticamente finire nelle mani degli utenti.

Cos’è uno spettrometro

Uno spettrometro è un sensore in grado di rilevare la composizione fisica di un oggetto in base alla sua reazione a un raggio di luce.Tramite questo nuovo sensore integrato, lo smartphone può determinare se la pelle è abbastanza umida. È inoltre possibile misurare la frequenza cardiaca e il rapporto di stress, ma anche misurare la quantità di zucchero nella frutta, in modo da poter utilizzare il telefono per capire la freschezza e il sapore di un prodotto. Tramite questo sensore possono anche essere misurati altri valori nutrizionali come grassi, proteine ​​e carboidrati.

Evoluzione dello spettrometro

Non è la prima volta che appare uno smartphone con uno spettrometro a infrarossi. Al CES 2017, Changhong H2 è stato presentato come il primo smartphone al mondo con spettrometro. Poco dopo l’introduzione dello smartphone Changhong H2, la start-up egiziano Si-Ware ha anche presentato un minuscolo spettrometro su un chip, abbastanza compatto da essere implementato in smartphone o dispositivi indossabili. Inoltre, il chip avrebbe un prezzo relativamente basso.

Galaxy S11 potrebbe essere il primo smartphone Samsung con spettrometro

Uno spettrometro esegue la scansione ottica degli oggetti. Non è la stessa cosa che vediamo in dispositivi come Google Pixel, che hanno la capacità di interpretare le immagini tramite la sua fotocamera posteriore. Uno spettrometro illumina con un raggio di luce infrarossa un oggetto e analizza le onde di energia che rimbalzano.

Il brevetto di Samsung

Ora un documento Samsung depositato presso l’USPTO (ufficio brevetti e marchi degli Stati Uniti) e l’OMPI (Wold Intellectual Property Office) rivela un brevetto per un “dispositivo elettronico comprendente diverse fonti di luce”. Il brevetto è stato reso pubblico il 26 settembre 2019 e descrive uno smartphone con uno spettrometro IR o uno spettrometro a infrarossi. 

L’abstract del brevetto continua, suggerendo che il dispositivo “genererebbe i dati spettrali dell’oggetto target in base al primo e al secondo segnale riflesso”. Questo testo proviene dal brevetto con il numero di pubblicazione 2019/0290148 A1.

Galaxy S11 potrebbe essere il primo smartphone Samsung con spettrometro

Samsung sempre attenta alla salute degli utenti

Samsung da anni equipaggia i suoi migliori dispositivi con “funzioni sanitarie”. Nel 2012, l’app S Health è stata creata per gli smartphone di fascia alta della serie S. La funzione è stata lanciata sul Galaxy S3 e ha fornito agli utenti informazioni su attività fisiche, dieta e sonno. Dal 2015, la serie S è inoltre stata dotata di un sensore di frequenza cardiaca. Questo è stato usato per la prima volta con il Galaxy S5. Nel 2017 il nome è stato cambiato in Samsung Health, e Samsung, finalmente, l’ha resa disponibile anche per gli smartphone Galaxy Note di fascia alta.

Difficilmente però Samsung offrirà funzioni spettrometria uno smartphone o in una serie di smartphone che saranno presentati nel 2020. Se Samsung lavora con lo stesso modello utilizzato negli ultimi due anni, vedremo una configurazione dello spettrometro in uno smartphone della serie Galaxy A, prima che detto sensore venga inserito nel Galaxy S11 e/o il Galaxy Note 11.

Galaxy S11 potrebbe essere il primo smartphone Samsung con spettrometro

Author: Danilo Loda


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest