UNIVERSALGRANDE CINEMA 4K
Entertainment Guida 4K/BD/DVD

Equals [Blu-ray]

Equals recensione Blu-ray

Equals, dal Festival di Venezia all’approdo in Blu-ray. La qualità del supporto Koch Media si assesta su buoni livelli. Inesistenti i contenuti speciali.

In un futuro distopico privo di avidità, povertà, violenza e sentimenti, una nuova malattia risveglia emozioni dimenticate, infondendo l’amore, la depressione, la sensibilità e la paura. Chi contrae tale patologia viene allontanato dalla società e mai più rivisto. Nia (Kristen Stewart) e Silas (Nicholas Hoult) vivranno sulla loro pelle il dramma generato da un rapporto proibito.

Eccessivo e incontrollabile. E’ un appagamento dei sensi l’amore che scocca tra Nia e Silas. I due anonimi personaggi vittime di un futuro che li vuole tutti uguali, imbottiti  dai farmaci per non provare emozioni, si amano senza una particolare ragione. Il tutto è ambientato in un mondo fantascientifico che non brilla per originalità: gli scenari sono quanto di più simile a The Giver – Il mondo di Jonas (2014).

Gli edifici, gli interni, le sale mensa appaiono bianche e minimaliste con un look che, più che avveniristico, pare sia stato concepito dal team di designer di Tim Cook e della sua Apple. In quello che si contraddistingue quale un pessimo incipit, tematicamente banale e visivamente soporifero, si cela però un aspetto romantico interessante. I due moderni Romeo e Giulietta sono amanti illegali, così fatalmente attratti l’uno dall’altro da resistere agli effetti dei farmaci giornalieri e sfidare così un sistema che li sorveglia, che li vuole tenere lontani e che li ha da sempre educati ad evitare ogni contatto fisico.

Equals [Blu-ray]

Se vista in chiave adolescenziale, la pellicola di Drake Doremus non è così iperbolica. L’idea naive dei sentimenti incontrollabili, esagerati, del vortice emotivo che coinvolge la Stewart e Hoult si reitera per quel che è: un’attrazione inspiegabile, un amore tra adolescenti. La chiave alle più intense esperienze sensoriali così vive e tumultuose perché fresche, novelle e sconosciute ai due ex-apatici sorvegliati. Non parlano quasi mai. Si capiscono con gesti d’intesa, come fosse un rapporto congenito. La timidezza dei primi dialoghi e la goffaggine degli approcci, se visti come celebrativi della prima stagione degli amori, risulta meno banale e più coerente alla narrazione.

Le due giovani star, pur non potendosi basare su una densa sceneggiatura, sviluppano una chimica complessa costruita sul sospiro. I particolari del viso come le labbra, gli occhi sono gli elementi del primo contatto volto alla costruzione di un sentimento esagerato e moralmente ribelle, ostile ad una società distopica e contro natura. La theme degli innamorati contro tutto e tutti è cinematograficamente ancora funzionale e trascinante.

Equals [Blu-ray]

 

VIDEO

Proveniente da un girato 3.4K in Arri Alexa XT e lenti Prime, Equals è stato dato in pasto alle sale in un master 2K (Digital Intermediate) da cui si è ricavato il trasferimento qui in esame. Codificato in MPEG-4 AVC 1080p nell’originale aspect ratio 1.85:1, le pellicola di Doremus si configura su schermi a 16:9 con due sottili bande nere orizzontali, quasi full screen. A differenza delle stragrande maggioranza delle copie internazionali, la versione HD italiana di Equals è stoccata su un BD25, Blu-ray Disc a singolo strato decisamente meno capiente del fratello maggiore BD50. La modesta archiviazione dati di 18 GB compromette il bitrate della traccia video. Il picco massimo riscontrato è di 16 Mbps, valore quasi ai minimi sindacali che su fotografie meno generose mostrerebbe non pochi artefatti. Fortunatamente questo non è il caso. Il direttore della fotografia John Guleserian ha spremuto l’ingegneria Arri Alexa il più possibile.

Equals [Blu-ray]

Sono tantissimi i primi e primissimi piani sui volti di Hoult e della Stewart. In alcuni passaggi si nota il cambio fuoco mentre il livello di dettaglio si sposta dalle labbra, alla bocca, alle sopracciglia fino alle rughe della fronte. La texturizzazione è fine e naturale e non si avvisano magagne dovute ad edge enhancement o trattamenti post-produttivi posticci. Con altre pellicole ci saremmo lamentati di effetti banding sugli sfondi. Ma nel caso di Equals è chiaro che sia un’espressione stilistica: gli sfondi risultano spesso sfocati, bianchi e vuoti.

Il tocco minimalista delle scenografie si rispecchia nelle inquadrature dei personaggi. Pallidi visi che oscillano tra tinte violacee e blu glaciali, cromaticamente sempre più lilla man mano che il sentimento degli innamorati cresce. Il quadro video è tenace e, come detto poc’anzi, esprime al meglio le potenzialità della cinepresa Alexa. Se solo la codifica fosse stata più performante, avremmo avuto sotto mano un temibile contendente, perlomeno in termini di dettaglio, con l’iperdefinito Oblivion, lo sci-fi con Tom Cruise da tanti appassionati considerato un demo disk tripudio di nitidezza.

E’ da criticare l’atteggiamento economico (non solo italiano) che vuole le ingenti compressioni qualitative quali strategie obbligate se il master è di prim’ordine. Se la maggior parte dei film distribuiti in sala sono ancora in 2K, a discapito di una forte maggioranza di esercenti ora dotati di proiettori 4K, è colpa della suddetta mentalità pro business che premia il risparmio di costi e non tutela l’acquirente. Nel 2017 se un film minore, da festival e dal basso budget come Equals, gode di un girato formidabilmente preciso, l’appassionato merita di gustarselo nel migliore dei modi, con un Full HD titanico e non gracile.

 

AUDIO

Gli idiomi disponibili sono l’italiano e l’inglese, entrambi proposti in DTS-HD Master Audio 5.1 a profondità 24 bit e una media bitrate di 3,3 Mbps. Come sempre, per chi non disponesse di un kit home cinema in grado di digerire il lossless, le tracce sono veicolabili tramite il DTS 5.1 lossy a 1510 Kbps. I sottotitoli sono disponibile esclusivamente in italiano.

Equals [Blu-ray]

Il mix non utilizza l’effettistica surround in modo roboante. Tutt’altro. Equals è un film di silenzi e borbottii. I protagonisti parlano poco e la timidezza ne tradisce l’impeto di modo che i dialoghi siano spesso sotto tono e privi di vitalità. La codifica DTS ne esprime la chiarezza e le voci risultano sempre prioritarie e ben centralizzate. I diffusori posteriori contribuiscono alla localizzazione riproducendo i rumori di fondo quali i passi nella cittadina.

Come detto all’inizio i due amanti vivono in una società distopica che proibisce il contatto fisico e le chiacchiere durante le passeggiate. Quindi è surreale udire in surround solo le marce degli abitanti e non i rumori del traffico. L’esecuzione del silenzio è ammirabile e ricorda alcuni stratagemmi di Gravity quando i gesti più elementari stranamente rimbombavano, aggravando il senso di solitudine e vuoto.

La colonna sonora del duo Sascha Ring e Dustin O’Halloran è minimalista, distensiva e rallentata; il subwoofer di rado viene implicato se non nell’atto finale.

Equals [Blu-ray]

EXTRA

  • Trailer

Il supporto italiano targato Koch Media perde alcune curiose featurette. Mancano all’appello le interviste del cast e il documentario di backstage di trenta minuti che esaminava le fasi di produzione e la back story del mondo distopico che ospita Nia e Silas.

Se questo non bastasse la copia italiana perde anche il commento del regista, del direttore della fotografia e del montatore. Sarà anche vero il detto andreottiano secondo cui a pensar male si fa peccato, ma ci pare improbabile che nell’adozione del supporto BD25 a farne la spesa non sia stata solo la performance della qualità video, ma anche il bagaglio di contenuti speciali.

 

TESTATO CON: TV Sony 55XD9305, UHD player Panasonic DMP-UB900

Blu-ray disponibile su dvd-store.it

Equals [Blu-ray]
6,0 Recensione
Pro
Film che si affida all’ottima chimica degli attori protagonisti
Quadro video che esprime al meglio il potenziale Arri Alexa
Un’adeguata colonna sonora ambientale e dialoghi precisi
Contro
Supporto BD25 che fa da collo di bottiglia a video ed extra
Doppiaggio italiano meno sospirato rispetto all’originale inglese
Authoring economico su un master ricco di dettaglio
Riepilogo
Titolo originale: Equals
Prodotto da: Leone Film Group
Distribuito da: Koch Media
Durata: 102’
Anno di produzione: 2015
Genere: drammatico
Regia: Drake Doremus
Interpreti: Nicholas Hoult; Vernetta Lopez; Scott Lawrence; Kate Lyn Sheil; Kristen Stewart; Rebecca Hazlewood; Yu Hwan Park; Bel Powley; David Selby; Aurora Perrineau; Nathan Parker; Jessica Lois; Seth Adams; Dennis Shin; Guy Pearce
------
Supporto: BD 25
Aspect Ratio: 1.85:1
Codifica Video: 1080p MPEG-4 AVC
Audio: italiano, inglese DTS-HD Master Audio 5.1
Sottotitoli: ita
Qualità artistica
Video
Audio italiano
Audio originale
Extra
Il giudizio di AF
Equals [Blu-ray]

Author: Gianluca Dadomo


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest