UNIVERSALGRANDE CINEMA 4K
Featured home HI-FI Prove What Hi Fi

Diffusori da stand MartinLogan Motion 15i – La recensione

motion 15i

Sebbene non siano dei veri e proprio diffusori elettrostatici, i MartinLogan Motion 15i sanno trasmettere una vitalità dinamica non comune

Non vediamo prodotti di MartinLogan molto spesso ed è esattamente quello che avevamo pensato quando, cinque anni fa, erano usciti i Motion 15 originali, oggi riproposti dal produttore americano con la nuova sigla 15i e disponibili in Italia a 900 euro la coppia. MartinLogan è nota per i suoi diffusori elettrostatici ma, sebbene i Motion 15i non abbiano il vantaggio di questo tipo di driver, utilizzano un tweeter Air Motion Transfer (AMT) per fornire almeno un indizio sulle prestazioni di tali diffusori.

I 15i sono i diffusori più piccoli ed economici della gamma Motion e uno dei due modelli da stand, mentre il resto della serie è rappresentato da due centrali e da tre diffusori da pavimento. La convenienza e il costo sono ovviamente elementi attrattivi, ma prestazioni audio saranno altrettanto convincenti?

Costruzione

Si tratta di diffusori di piccole dimensioni e anche se siamo preoccupati del fatto che faranno fatica a offrire molto in termini di peso e dimensioni, il loro design con porte posteriori dovrebbe quantomeno assicurare un po’ di brio. Con un’altezza di 29 cm, i Motion 15i hanno un bell’aspetto nella finitura nero lucido del sample a nostra disposizione (sono disponibili anche in rosso noce e bianco opaco). Sono leggermente a forma di cuneo con la superficie superiore inclinata più in alto verso la parte anteriore, ma saremmo sorpresi se qualcuno trovasse insoddisfacente la loro estetica.

Diffusori da stand MartinLogan Motion 15i – La recensione

Togliamo la griglia magnetica in tessuto e lasciamo i diffusori “scoperti” per tutta la durata dei nostri test. Il deflettore anteriore rinforzato da 31 mm di spessore di questi cabinet in MDF da 18 mm ospita un singolo driver mid/bass da 13 cm in alluminio e il già citato tweeter da 2,6 x 3,6 cm. Un tweeter AMT ha un diaframma pieghettato che funziona come una fisarmonica per creare il suono.

I tweeter di questo tipo hanno una massa inferiore rispetto a un tradizionale design a cupola, con una conseguente promessa di offrire maggiori dettagli. MartinLogan ha scelto l’alluminio per il driver mid/bass per la sua resistenza, la sua rigidità e il suo peso ridotto. Infine, non vi è stato alcun ostacolo alla rete crossover, che è stata accuratamente costruita con condensatori elettrolitici di alta qualità. In effetti, MartinLogan è così soddisfatta della sua rete crossover che l’ha chiamata crossover Vojtko in onore del suo tecnico audio Joe Vojtko.

Compatibilità

A differenza di altri diffusori nella gamma Motion, i 15i hanno solo una coppia di terminali. Li colleghiamo al nostro sistema di riferimento composto dall’accoppiata pre/finale Burmester 088/911 MkII e dallo streamer Naim ND 555/555 PS DR e iniziamo ad ascoltare in streaming da NAS file WAV e FLAC sulla nostra rete locale.

Diffusori da stand MartinLogan Motion 15i – La recensione

Questi diffusori funzionano meglio su supporti solidi e scopriamo che posizionarli a circa 50 cm dalla parete fornisce il giusto tipo di equilibrio nella nostra sala test. I 15i non sono comunque troppo pignoli a livello di posizionamento e persino metterli su uno scaffale non rovina troppo la loro performance. Se messi fuori asse e all’altezza sbagliata, possono sembrare confusi, ma non è necessario trovarsi nel punto giusto per goderseli. Consigliamo comunque di posizionarli rivolti verso il punto di ascolto, proprio come suggerisce il produttore.

Qualità audio

A partire da In The Hall Of The Mountain King dal Peer Gynt di Grieg, questi piccoli diffusori creano un immediato senso di spazialità. Sembra davvero dei essere in un grande teatro e di ascoltare gli strumenti nella buca dell’orchestra disposti nelle loro file. I legni iniziano al centro, sostenuti dagli ottoni che li circondano ed è bello sentire il pizzicato dei violini e delle viole raggiungerli da sinistra. A poco a poco le altre sezioni si aggiungono una ad una al palcoscenico in continuo crescendo, proprio come dovrebbero.

I Motion 15i non sono l’ultima parola in dinamica assoluta, ma per le loro dimensioni offrono abbastanza in termini di scala per far funzionare questa composizione. Esprimono il senso iniziale di trepidazione, il pericolo crescente quando entrano in scena più strumenti e quindi la violenza assoluta con il crescendo della musica.

Diffusori da stand MartinLogan Motion 15i – La recensione

Passiamo a qualcosa di più moderno con Video Games di Lana Del Rey. Il brano è una finestra straziante su una relazione spezzata e questi diffusori fanno un ottimo lavoro nel tradurre ogni parte di quel dolore. Gestiscono persino le pulsazioni dei bassi con una maturità inaspettata. Ci sono alcuni dettagli ben restituiti come le corde a cascata dell’arpa e i rumori dei videogiochi elettronici a 8 bit che si manifestano con eccellente chiarezza, ma ci sono anche diversi dettagli di basso livello.

Aumentando un po’ il ritmo, passiamo a Till The End Of The Day dei The Kinks e, sebbene la prestazione sia tutt’altro che scarsa, questo brano mostra proprio dove questi diffusori facciano più fatica. Trasmettono infatti la vera natura della traccia all’inizio, ma man mano che la canzone diventa più complicata l’impatto del ritmo diminuisce.

Gli strumenti diventano meno definiti, la linea di basso diventa morbida e sembra che questi diffusori stiano lottando per far fronte alla produzione di tutti i suoni con la necessaria autorità. Nel suo punto focale la traccia tende principalmente ai suoni più brillanti del tamburello e della voce e quello che dovrebbe essere il picco della canzone diventa invece la parte che è più difficile da ascoltare.

Diffusori da stand MartinLogan Motion 15i – La recensione

In una certa misura siamo anche disposti a tollerare tali carenze perché i MartinLogan Motion 15i hanno un grande senso del carattere. Non hanno la dinamica e l’abilità per un’esperienza veramente trasparente, eppure c’è qualcosa di fortemente emotivo in essi che li rende assolutamente piacevoli da ascoltare.

Verdetto

Sebbene siano a dir poco arrembanti per essere diffusori così piccoli, i MartinLogan Motion 15i non hanno la massima trasparenza per un ascolto di precisione. Ma nonostante tutti i loro difetti, quel crudo senso di emozione che riescono a trasmettere riesce a emozionarci. L’eccellenza insomma è a un passo, ma già così potreste trovarli molto interessanti se cercate diffusori da stand piccoli e leggeri ma con tanto carattere.

© 2019, AF Digitale. Tutti i prodotti sono stati provati nelle apposite sale di ascolto e di visione di Diffusori da stand MartinLogan Motion 15i – La recensione e Diffusori da stand MartinLogan Motion 15i – La recensione dal team editoriale con sede nel Regno Unito.

  • Verdetto
4

Sommario

Sebbene non siano dei veri e proprio diffusori elettrostatici, i MartinLogan Motion 15i sanno trasmettere una vitalità dinamica non comune.

Pro
Costruzione curata
Versatili come posizionamento
Dettagliati e attenti alla dinamica
Carattere contagioso

Contro
Possono suonare confusi se messi alle strette

Scheda tecnica
Risposta in frequenza: 60Hz – 25kHz
Sensibilità: 92dB
Impedenza: 5 ohm
Dimensioni:29 x 17 x 24 cm
Peso: 5,4 kg
Prezzo: 900 euro la coppia
Sito del produttore: www.martinlogan.com
Distributore italiano: www.audiogamma.it


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest