Featured home HI-FI Prove What Hi Fi

Diffusori da pavimento KEF R5 – La recensione

kef r5

I KEF R5 sono diffusori da pavimento sotto i 3000 euro che integrano tanta tecnologia all’avanguardia e offrono un sound per lo più eccellente.

Negli ultimi anni KEF è stata molto attiva. Dai sistemi di speaker stereo attivi leader della categoria al nostro attuale prodotto dell’anno nell’ambito dei diffusori passivi (i Q350), sembra che l’azienda britannica non sbagli più un colpo. Almeno sulla carta i KEF R5 sembrano un altro sicuro successo. D’altronde come potrebbero non esserlo quando condividono il DNA ingegneristico degli R3 ma lo propongono in un design slim e da pavimento che piacerà a molti?

Costruzione

Queste sono torri realizzate con grande cura. Non possiamo pensare a un rivale che arrivi al punto di coordinare il colore dei driver per adattarlo alla finitura del cabinet. O uno che ha griglie così ben progettate che il suono dei diffusori cambia a malapena quando vengono lasciate in posizione. Proprio le griglie a tenuta magnetica meritano una menzione speciale. Invece del solito MDF o cornice in plastica stampata, KEF ha usato non meno di 13 strati di microfibra per creare qualcosa che sembra più simile alla pelle scamosciata. È una soluzione insolita e ci piace parecchio.

L’attenzione ai dettagli si estende ben oltre la parte esterna dei diffusori. Questo cabinet così solido, disponibile nei colori bianco lucido, nero lucido e noce, è una struttura accuratamente rinforzata che utilizza uno smorzamento dello strato tra i rinforzi interni e i pannelli del cabinet. L’obiettivo è quello di creare una piattaforma solida e a bassa risonanza su cui far lavorare al meglio i driver. L’uso di un array di driver Uni-Q (in cui il tweeter si trova al centro del driver midrange) non è certo una sorpresa. KEF ha utilizzato questa tecnologia per decenni, citando come suoi pregi caratteristiche di dispersione più coerenti e una migliore integrazione rispetto alla disposizione separata convenzionale.

Diffusori da pavimento KEF R5 – La recensione

La versione di Uni-Q utilizzata negli R5 è addirittura la dodicesima e ora ha un sistema motore completamente ridisegnato per l’unità midrange in alluminio da 12,5 cm; da segnalare anche l’aggiunta di una cavità smorzata dietro il tweeter in alluminio da 25 mm per ridurre gli effetti del necessario divario tra i due driver nella parte anteriore. Inoltre, il ruolo del driver Uni-Q come guida d’onda è ulteriormente ampliato dall’innovativo design dell’anello esterno denominato Shadow Flare, progettato con precisione assoluta per ridurre drasticamente gli effetti di diffrazione che inevitabilmente si creano in un diffusore con bordi e spigoli.

Una grande quantità di lavoro è stata dedicata anche ai due woofer da 13 cm. Il loro cono è una struttura in due parti in cui uno strato di alluminio concavo poco profondo è innestato su un cono di carta. L’idea è di ottenere il miglior equilibrio tra rigidità, bassa risonanza e peso. Anche il sistema motore e le sospensioni sono stati perfezionati nel tentativo di ridurre la distorsione e migliorare la precisione.

Diffusori da pavimento KEF R5 – La recensione

I KEF R5 sono inoltre dotati di porte reflex posteriori posizionate con assoluta precisione (non in asse rispetto ai coni degli altoparlanti) e dotate di pareti flessibili che ostacolano la colorazione in gamma media. La pressione all’interno dei condotti è costante a qualsiasi livello di pressione e frequenza, con il risultato dell’eliminazione delle risonanze indesiderate. Un design originariamente introdotto anni fa nei diffusori da stand LS50 e che sembra funzionare ancora alla grande. Le porte possono anche essere completamente o parzialmente bloccate con tappi in schiuma forniti nella confezione, il che può essere utile se l’uscita in fascia bassa degli R5 rischia di essere fin troppo abbondante per il vostro ambiente di ascolto.

Compatibilità

Non abbiamo bisogno di usare questi tappi nella nostra sala prove di medie dimensioni, dove abbiamo posizionato gli R5 lontano dalle pareti posteriori e laterali e con una leggera angolazione verso la posizione di ascolto. Il risultato è un bilanciamento tonale ben equilibrato e una solida immagine stereo. Negli ultimi anni KEF ha imparato a produrre diffusori molto ben bilanciati e in grado di rendere in modo ottimale senza troppe complicazioni.

Mentre gli R5 hanno la risoluzione e la trasparenza adatte per integrarsi alla perfezione con il nostro streamer di riferimento Naim ND555/555PS e il pre/finale Burmester 088/911, suonano bene (anche se ovviamente non altrettanto bene) anche con elettronica più modesta. Le opzioni compatibili a prezzi più umani includono l’amplificatore integrato Caspian M2 di Roksan (2000 euro) o il più costoso e recentissimo Nait XS3 di Naim e una sorgente audio di livello il lettore CD CDi di Cyrus o lo streamer 851N di Cambridge Audio.

Diffusori da pavimento KEF R5 – La recensione

Qualità audio

Dopo alcuni giorni di rodaggio gli R5 iniziano a ingranare e a fornire ottime prestazioni. Nonostante le loro dimensioni abbastanza ridotte per dei diffusori da pavimento, riescono comunque a offrire una presentazione potente e autorevole. Date loro in pasto della musica classica su ampia scala come la suite Giove di Gustav Holst e gli R5 non avranno problemi a generare alti livelli di volume con una compostezza impressionante. Risultano infatti così raffinati, puliti e composti quando vengono spinti che c’è sempre la tentazione di andare ancora oltre con la manopola del volume del nostro Burmester.

Siamo impressionati dall’immagine stereo degli R5. Offrono un palcoscenico espansivo ma superbamente focalizzato, che blocca i suoni e gli strumenti nella loro giusta posizione anche quando la musica diventa complessa. Il sistema Uni-Q fa in modo che l’immagine stereo rimanga coerente anche quando non siamo nella posizione di ascolto ottimale, il che è qualcosa da tenere a mente se non volete essere costretti in un solo punto di ascolto.

Tonalmente la resa è corposa e uniforme. L’integrazione tra i driver è perfetta e c’è una coerenza di carattere sonoro dalle note più basse verso l’alto che non è sempre scontata anche in questa fascia di prezzo. Le dinamiche su larga scala sono gestite bene e i KEF R5 generano una buona dose di impatto quando richiesto. È un aspetto che viene alla ribalta quando suoniamo la versione più rock di The Ghost Of Tom Joad di Bruce Springsteen dall’album High Hopes. C’è una buona quantità di attacco e abbastanza energia per tenerci interessati, ma c’è anche la sensazione che i diffusori non siano così entusiasmanti e divertenti da ascoltare come invece potrebbero essere.

Diffusori da pavimento KEF R5 – La recensione

I KEF R5 sono sicuramente raffinati, ma l’ascolto ulteriore di artisti del calibro di Jay Z e Kanye West dimostra che non sono esaltanti quando si tratta di precisione ritmica o capacità di esprimere sfumature dinamiche con convinzione. Rivali come i ProAc Response DT8 (3000 euro) o gli Spendor A4 (2800 euro) potrebbero non avere all’estetica moderna del KEF, il loro impressionante contenuto ingegneristico o l’ampiezza dello soundstage, ma svolgono un lavoro migliore nel trasmettere il messaggio musicale.

Dato che siamo così grandi fan dei più piccoli diffusori da scaffale R3, siamo curiosi di scoprire come si comportano i due modelli a confronto; dopotutto, una volta che investite in un buon paio di stand, la differenza di prezzo tra i due non è poi così elevata. Non ci vuole molto a rendersi conto che gli R3 offrono prestazioni più chiare ed espressive. Mancano dei muscoli del più grande modello da pavimento, ma alle nostre orecchie producono un suono più accattivante ed espressivo.

Verdetto

Se conoscete già il sound KEF, vi consigliamo di puntare sugli R3 e su un buon paio di supporti. Se invece preferite quella muscolarità e potenza in più tipiche dei modelli da pavimento, gli R5 rimangono una proposta estremamente valida.

© 2019, AF Digitale. Tutti i prodotti sono stati provati nelle apposite sale di ascolto e di visione di Diffusori da pavimento KEF R5 – La recensione e Diffusori da pavimento KEF R5 – La recensione dal team editoriale con sede nel Regno Unito.

Sommario

I KEF R5 sono diffusori da pavimento sotto i 3000 euro che integrano tanta tecnologia all’avanguardia e offrono un sound per lo più eccellente.

Pro
Ricchi di trovate ingegneristiche
Sound con il giusto peso e la giusta autorevolezza
Immagine stereo eccellente
Buon livello di dettaglio

Contro
Mancano della raffinatezza dinamica dei primi della classe

Scheda tecnica
Design a 3 vie
Risposta in frequenza: 38Hz – 50kHz
Sensibilità (db/w/m): 87db
Impedenza 9: ohm
Potenza massima: 200 W
Dimensioni: 103 x 18 x 34 cm
Peso: 27,3 Kg
Prezzo: 2560 euro
Sito del produttore: www.eu.kef.com
Distributore italiano: www.hifight.it


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest