Audio portatile Notizie

Cuffie wireless Apple: spuntano nome e prezzo

apple

Dopo mesi di rumor Apple starebbe per svelare a breve le sue prime cuffie over-ear, che stando a un’immagine leakata potrebbero costare 399 dollari

Le prime cuffie over-ear targate Apple potrebbero essere annunciate presto secondo alcuni rumor recenti che hanno come protagonista la catena di negozi americana Target. Lo youyuber Jon Prosser ha infatti postato su Twitter l’immagine inviatagli da un amico che lavora per Target che mostra la scheda di un prodotto chiamato Apple Airpods (X Generation) al prezzo di 399,99 dollari. L’immagine è stata presa all’app interna dei lavoratori di Target e non dall’app per gli utenti consumer.

Si tratta quindi di un “avvistamento” per gli addetti ai lavori e, solitamente, da quanto un nuovo prodotto compare in questa lista alla sua effettiva commercializzazione passa solitamente un mese, ma a volte anche meno. Se il tutto fosse confermato, potremmo quindi aspettarci le cuffie di Apple sul mercato dalla seconda metà di marzo in poi, finestra temporale che era già stata ipotizzata da rumor precedenti in concomitanza con un evento Apple per la presentazione di altri nuovi prodotti.

Cuffie wireless Apple: spuntano nome e prezzo

Naturalmente, a parte questo screenshot preso da uno smartphone, non si hanno ulteriori dettagli, se non che le Airpods (X Generation) dovrebbero essere disponibili in tre versioni dal prezzo identico che si differenzierebbero quindi solo per la diversa colorazione. Anche il prezzo, considerando che si parla di Apple e che, negli USA, equivale a 150 dollari in più degli AirPods Pro, suona piuttosto credibile, anche perché si allineerebbe con quello di altre cuffie wireless top di gamma di Bose, B&W e Sennheiser (certo, poi in Italia i 399 dollari diventeranno magicamente 449 euro o più).

Resta il fatto che c’è molta curiosità attorno a queste cuffie sia perché gli AirPods ci sono sempre piaciuti come auricolari true wireless (anche nella loro incarnazione Pro con design in-ear), sia perché Apple, che parrebbe al lavoro su queste cuffie da almeno due anni, difficilmente se ne uscirebbe con un prodotto non all’altezza dei suoi standard.


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest