Entertainment Featured home Mercati Notizie

Comcast offre 25 miliardi di euro per Sky

comcast

Il colosso USA Comcast è intenzionato a rilevare il 61% delle azioni della Pay Tv europea sfidando apertamente Rubert Murdoch e Disney in quella che si profila una partita a tre dall’esito tutt’altro che scontato.

I 23 milioni di abbonati, questa è la dote di Sky e della sua pay TV sparsa per mezza Europa (Gran Bretagna, Italia, Germania), fanno gola anche a Comcast, gigante statunitense che è divenuto il maggiore operatore via cavo dall’atra parte dell’Atlantico. Fanno gola a tal punto da voler soffiare Sky e le sue attività alla 21st Century Fox, attualmente ancora nelle mani di Rubert Murdoch.

Sky UKSul piatto, il colosso USA sarebbe disposto a mettere circa 25 miliari di euro per acquisire almeno la maggioranza delle quote e controllare totalmente la Tv satellitare europea. Un’offerta decisamente più generosa rispetto a quella avanzata lo scorso dicembre dallo stesso Murdoch (13,2 miliardi di euro) per accaparrarsi il 100 per cento di Sky della quale possiede già oggi il 39% delle azioni.

Raccontata in questi termini, la storia sembra destinata a chiudersi con una soluzione quasi scontata. In realtà la situazione potrebbe prendere una piega diversa, perché in gioco c’è anche Disney. Già, perché a dicembre dello scorso anno con la mega offerta di 52,4 miliardi di dollari, la società di Zio Paperone era intenzionata a concludere l’acquisito dell’intero pacchetto azionario della 21st Century Fox di Murdoch e, di conseguenza, la sua partecipazione in Sky sarebbe aumentata in modo considerevole.

21st century foxMa l’operazione è ancora al vaglio dell’Antitrust Usa. Sempre l’Antitrust, questa volta britannico, aveva già sollevato obiezioni circa l’operazione tentata di Murdoch per l’acquisizione del 61% delle azioni di Sky. La famiglia del tycoon australiano possiede già il Times e il Sun, e questo prefigurerebbe una concentrazione dei media che in UK è ritenuta inaccettabile.

Per questo motivo la mossa di Comcast, pur non essendo uno scacco matto, sembra comunque essere degna del miglior Kasparov, visto che arriva nel momento a lei più favorevole. “Ci piacerebbe possedere il 100% di Sky ma siamo disponibili a chiudere l’operazione anche con 51%“, ha detto Brian Roberts, amministratore delegato di Comcast. “Intendiamo utilizzare Sky come piattaforma per la crescita in Europa. Abbiamo già una forte presenza a Londra attraverso NBC Universal, e manterremo la sede centrale di Sky nel Regno Unito. Con l’arrivo di Sky nella famiglia Comcast, il fatturato internazionale aumenterà dal 9% al 25% dei ricavi globali della nostra azienda“, ha sottolineato Brian Roberts.

D’altro canto il mercato statunitense della TV via cavo ha raggiunto il punto di saturazione e la sola Comcast con le sue piattaforme conta su un parco abbonati di 29 milioni di contratti che ultimamente ha subito flessioni. Ecco dunque che l’espansione in Europa rappresenterebbe per il colosso statunitense una logica conseguenza. Sempre che l’allegra brigata di Paperopoli non sparigli nuovamente le carte.

Social

Pin It on Pinterest