AF Gaming AF Gaming slider CES 2020 Featured home Hardware News

CES 2020: Asus e Nvidia insieme per il primo monitor al mondo da 360Hz

360hz

Dalla stretta collaborazione fra Asus e Nvidia nasce il primo monitor gaming al mondo dotato di un pannello con frequenza di aggiornamento a 360Hz

Durante la prima giornata del CES 2020, Asus e Nvidia hanno presentato il frutto di una loro stretta collaborazione. Si tratta dell’ASUS ROG Swift 360, il primo monitor al mondo dotato di un pannello capace di raggiungere una frequenza di aggiornamento pari a 360Hz. Un display dalle dimensioni di 24,5”, realizzato da AU Optronics, con risoluzione Full HD (1920×1080 pixel) e con supporto ad Nvidia G-Sync, pensato e realizzato per le competizioni eSport, ma che sarà comunque disponibile all’acquisto per i videogiocatori “tradizionali”.

Il segreto di questo monitor risiede al suo interno; la collaborazione fra Asus e Nvidia ha infatti portato alla realizzazione di un processore G-Sync aggiornato e migliorato rispetto a quelli che possiamo trovare ora sul mercato. All’esterno, invece, l’ASUS Rog Swift 360 (nome non definitivo) si presenta come un tipico monitor da gaming Asus, ovvero con uno stand vistoso e dotato di un “proiettore laser” nella parte inferiore, e di illuminazione RGB sul retro. Trattandosi di un prodotto in fase di sviluppo, non abbiamo informazioni né sulla tecnologia del pannello (IPS, VA, TN o qualcos’altro?) né sulla connettività e sul numero degli ingressi che troveremo sul monitor.

CES 2020: Asus e Nvidia insieme per il primo monitor al mondo da 360Hz

Poche informazioni anche per quanto riguarda prezzo e disponibilità. Sappiamo solo infatti che il prodotto verrà immesso sul mercato durante la seconda metà del 2020. Per quanto riguarda il prezzo, invece, non abbiamo alcuna informazione precisa. Asus, però, ha voluto specificare che fra tutti i pannelli di questo tipo che verranno realizzati da AU Optronics, solamente i migliori verranno utilizzati sui ROG Swift 360, mentre gli altri verranno “scartati” e probabilmente venduti ad altre aziende che le utilizzeranno per i propri monitor. Questo fattore, oltre al diritto di esclusività (che durerà almeno 6 mesi) di Asus proprio su questo tipo di pannelli, ci fa ipotizzare un prezzo che difficilmente sarà inferiore ai 600 euro.

In generale, comunque, lo sviluppo di pannelli con frequenze di aggiornamento sempre più elevate non può che portare risultati positivi sul mercato. Maggiore sarà la diffusione di questo tipo di monitor, minore sarà il prezzo degli stessi, e dunque sempre più persone potranno mettere mano su questi monitor per godere coi propri occhi dell’enorme vantaggio che questi hanno nei confronti dei più classici pannelli a 60Hz.


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest