AF Gaming Hardware Mobile News Notizie Speciale Ces 2017

CES 2017: Nvidia Shield TV si rifà il trucco con il supporto HDR

Nvidia Shield TV 2017

Il successore del primo Shield TV di Nvidia arriverà già questo mese anche sul mercato italiano in due versioni da 229 e 329 euro. Ecco tutte le caratteristiche.

Al CES 2017 di Las Vegas Nvidia ha presentato, come da pronostico, la nuova versione del suo Shield TV, mix tra console, Android TV e set-top-box tuttofare la cui prima release risulta oggi quasi introvabile. Questo aggiornamento di Nvidia Shield TV guadagna da un lato il supporto ai contenuti 4K HDR e dall’altro lato l’integrazione con l’assistente vocale Google Assistant, che però non si sa ancora bene quando vedremo in versione italiana. Assistant potrà essere utilizzato per effettuare ricerche, ma anche per controllare la riproduzione dei contenuti multimediali.

CES 2017: Nvidia Shield TV si rifà il trucco con il supporto HDR

Per il resto non sembrano esserci grandi differenze rispetto al primo modello, se non il nuovo design del pad-controller e la presenza a bordo di Android Nougat (il predecessore è ancora fermo ad Android Marshmallow). Parliamo infatti ancora di un device con a bordo il potente SoC Tegra X1 di Nvidia e 3 GB di RAM, due porte USB 3.0, Wi-Fi ac, Bluetooth 4.1, Gigabit Ethernet e due configurazioni di storage interno da 16 o 500 GB.

La prima costerà 229 euro e la seconda 329 euro, con entrambe date disponibili già a partire da questo mese e prenotabili sul sito di Nvidia. In tutti e due i casi saranno compresi nella confezione sia il piccolo telecomando Shield Remote, sia il pad Shield Controller.

CES 2017: Nvidia Shield TV si rifà il trucco con il supporto HDR

CES 2017: Nvidia Shield TV si rifà il trucco con il supporto HDR

Confermati naturalmente tutti i servizi videoludici in streaming già integrati nel primo modello, ovvero GeForce Now e GameStream, così come la presenza delle app legate allo streaming di contenuti video quali Netflix, YouTube, Vudu, Google Play Movies e Amazon Video in qualità 4K (e HDR là dove previsto). L’applicazione YouTube sarà inoltre aggiornata nei prossimi mesi per offrire contenuti a 360 gradi.


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest