UNIVERSALGRANDE CINEMA 4K
Audio portatile Prove

Beyerdynamic Byron: i nuovi re degli in-ear a prezzo budget

Beyerdynamic Byron: i nuovi re degli in-ear a prezzo budget

Con 50 euro vi portate a casa i migliori auricolari in-ear oggi in circolazione in questa fascia di prezzo.

Beyerdynamic ha una lunga e illustre storia quando di parla di cuffie, con modelli top di gamma e altri entry-level che hanno ricevuto nel corso degli anni diversi riconoscimenti dalla stampa specializzata. Ultimamente è emersa una nuova gamma di auricolari in-ear chiamata Byron, della quale ci accingiamo a recensire il modello cablato più economico (49 euro il prezzo di listino); i modelli wireless BT e BTA costano invece 99 euro e 199 euro.

Con un prezzo così invitante i Byron vanno a scontrarsi con i formidabili SoundMagic E10C, che costano ancora meno e che quindi potrebbero dare del filo da torcere a questi nuovi in-ear del produttore tedesco. Vediamo se davvero questi 10-15 euro on più dei Byron fanno la differenza.

Beyerdynamic Byron: i nuovi re degli in-ear a prezzo budget

Qualità audio

Tagliamo subito la testa al toro? Sì, la differenza si sente. D’altronde non ne dubitavamo visto il blasone di Beyerdynamic e basta poco per accorgersi di come i Byron restituiscano sottigliezze acustiche e una solidità rarissime da riscontrare in altri in-ear in questa fascia di prezzo.

Abbiamo ascoltato Big Empty degli Stone Temple Pilots ed ecco che il sound pesante delle chitarre ci assale in tutta la sua forza. O ascoltate come questi Byron riescano a tenere legati i complessi snodi musicali e a gestire con precisione e chiarezza gli stop&go di 15 Step dei Radiohead. Una presentazione a dir poco inaspettata per degli auricolari in-ear da 50 euro.

Se cercate soprattutto una risposta brillante sui medi e gli alti, avete trovato gli auricolari che fanno al caso vostro. Ce ne rendiamo conto subito dopo aver iniziato l’ascolto di The Bed Song di Amanda Palmer, con quelle note di piano e quella voce piena di passione che i Byron fanno risaltare con grande brillantezza e pienezza.

Beyerdynamic Byron: i nuovi re degli in-ear a prezzo budget

Non ci sono asprezze di sorta e i Byron sono destinati a dare grandi soddisfazioni anche con sessioni di ascolto particolarmente lunghe, anche se consigliamo di rodare gli auricolari almeno per qualche giorno se volete sentirli al loro meglio.

A un confronto diretto i rivali SoundMagic E10C si contraddistinguono per una resa più “facile”, leggera e meno spinta sui bassi, ma non sono così puntuali sul timing o così attenti al dettaglio come i Byron, pur mantenendo un’eccellente fluidità e un impatto forse ancora maggiore. Se però in un paio di in-ear cercate soprattutto sottigliezze e sfumature e volete percepire distintamente le inflessioni delle voci o le armonie che circondano una nota, i Byron rappresentano la scelta ideale.

Costruzione

Beyerdynamic Byron: i nuovi re degli in-ear a prezzo budget

Non siamo certo di fronte ad auricolari colorati o stilosi, bensì a in-ear con un look moderno e appariscente giocato tutto sull’accoppiata nero-metallo. Gli auricolari sono piccoli e leggeri e ci si accorge a stento di averli nelle orecchie. Nella confezione troviamo solo tre misure di gommini (contro le sei dei SoundMagic), ma nel nostro caso ci siamo trovati benissimo con quelli di default anche dopo una decina sessioni di ascolto di un paio d’ore ciascuna.

Il cavo per fortuna non tende ad attorcigliarsi e su di esso troviamo un piccolo controller con tre tasti per gestire la riproduzione, controllare il volume e rispondere alle chiamate nel caso collegassimo i Byron allo smartphone (tutto funziona alla perfezione con iPhone e device Android).

Beyerdynamic Byron: i nuovi re degli in-ear a prezzo budget

Verdetto

Fino ad oggi i SoundMagic E10C sono stati i nostri auricolari in-ear di riferimento nella fascia entry-level e, anche se i contendenti non sono mancati, solo questi Byron sono riusciti nell’impresa di scalzare dal trono gli E10C.

Certo, alcuni continueranno a preferire la rappresentazione più vivace e frizzante dei primi, ma i Byron si sono dimostrati più dettagliati, completi e in grado di restituire texture e sfumature davvero inaspettate da un prodotto in questa fascia di prezzo. È proprio il caso di dirlo. Gli in-ear a prezzo budget hanno trovato il loro nuovo re.

© 2017 – 2018, AF Digitale. Tutti i prodotti sono stati provati nelle apposite sale di ascolto e di visione di Beyerdynamic Byron: i nuovi re degli in-ear a prezzo budget e Beyerdynamic Byron: i nuovi re degli in-ear a prezzo budget dal team editoriale con sede nel Regno Unito.

Beyerdynamic Byron
  • Suono
  • Comfort
  • Costruzione
5

Verdetto

Con 50 euro vi portate a casa i migliori auricolari in-ear oggi in circolazione in questa fascia di prezzo.

Pro
Precisione, bassi e dettaglio
Medi e alti bilanciati alla perfezione
Costruzione solida e comfort notevole

Contro
Alcuni potrebbero preferire una resa di più vivace

Scheda tecnica
Design: chiuso
Impedenza: 23 ohm
Risposta in frequenza: 10-23.000 Hz
Pressione sonora: 105 dB
Prezzo: 49 euro
Sito del produttore: http://europe.beyerdynamic.com/


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest