UNIVERSALGRANDE CINEMA 4K
Audio portatile Prove

Beoplay H3 ANC: auricolari di razza

Beoplay H3 ANC

Con il loro sistema per la cancellazione del rumore, questi auricolari targati B&O non deludono e se la cavano egregiamente con i più disparati generi musicali.

 

Pagare 249 euro per degli auricolari non è cosa da poco, ma quando si ha a che fare con B&O si è ormai abituati a prezzi non proprio popolari. Basti pensare ad esempio alla soundbar BeoSound 35 da quasi 2.000 euro, al TV Beovision Avant 55 (8.500 euro) o agli speaker da 60.000 euro (i BeoLab 5), prodotti rispetto ai quali gli auricolari Beoplay H3 ANC protagonisti di questa recensione sembrano quasi un prodotto in saldo. Conosciamoli meglio.

 

Costruzione e comfort

Come ogni prodotto di B&O anche questi auricolari non possono non colpire a livello di design. Ognuno dei due auricolari è realizzato con un singolo pezzo in alluminio spazzolato e con 29 fori che secondo B&O, funzionando come “prese d’aria”, dovrebbero assicurare una riproduzione del suono più naturale (il condizionale è sempre d’obbligo in questi casi). La scelta del metallo rende questi auricolari molto solidi ma non pesanti, visto che parliamo di soli 40 grammi e che, una volta inseriti nelle orecchie, i Beoplay H3 ANC non stancano minimamente anche dopo ascolti prolungati. Nell’elegante confezione trovano posto un cavetto microUSB per la ricarica dell’unita di cancellazione del rumore e quattro gommini in silicone di diverse dimensioni, mentre sugli auricolari troviamo gommini in spugna di ottima qualità targati Comply.

Beoplay H3 ANC: auricolari di razza

La differenza principale tra questi auricolari e i precedenti B&O H3 è proprio il sistema di cancellazione attiva del rumore presente nel modello ANC, come si vede chiaramente dall’ingombrante unità di controllo circolare posta sul cavo, che sinceramente avremmo preferito fosse di dimensioni più contenute. Una volta accesi e caricati completamente, questi auricolari offrono fino a 20 ore di autonomia con la cancellazione del rumore attiva, ma possono essere utilizzati anche in modalità “passiva” con il cavo che ospita la piccola unità di controllo per rispondere alle telefonate e abbassare o alzare il volume. La cancellazione del rumore in realtà non è particolarmente forte e, più che tenere fuori completamente i rumori provenienti dall’esterno, li attenua soltanto. Cosa utile se non si vuole rimanere completamente isolati dall’esterno mentre magari si è nel traffico cittadino, ma non aspettatevi un’esclusione totale del rumore.

Beoplay H3 ANC: auricolari di razza

Qualità audio

Tenendo comunque la cancellazione del rumore attiva, abbiamo messo alla prova gli auricolari iniziando da Dead Editors dei Massive Attack. Ne è uscito un sound ricco, pieno e corposo, ideale per un brano di questo tipo soprattutto ascoltando la linea portante di basso, che suona pesante e autoritaria ma anche molto definita. Ci si accorge inoltre di come questi auricolari siano anche ben bilanciati, offrendo un buon livello di dettaglio nelle frequenze medie che assicura agli altri strumenti un sound naturale e realistico. Passando invece a Frankenstein di Lenny Kravitz, risaltano l’armonica e il sassofono, che però si fondono splendidamente con il tappeto percussivo della traccia e, su questo versante, i Beoplay H3 ANC non perdono un colpo.

Beoplay H3 ANC: auricolari di razza

Se proprio dobbiamo trovare un limite, la voce e la batteria potrebbero risaltare di più e colpire maggiormente (soprattutto per il kick della batteria), ma per il resto l’ascolto è davvero ricco di soddisfazioni. Tra l’altro, attivando la cancellazione del rumore, si nota una leggera spinta sugli alti che rende immediatamente il sound più eccitante e brillante, sebbene sulla lunga distanza questa impostazione possa diventare poco confortevole. Se quindi l’ambiente di ascolto non è particolarmente rumoroso, il nostro consiglio, soprattutto se vi preparate ad ascolti prolungati, è di tenere spenta la cancellazione del rumore.

 

Verdetto

Se gli auricolari B&O Beoplay H3 ANC non raggiungono un bilanciamento perfetto tra un ascolto leggero e uno più carico ed “eccitante”, fanno comunque un ottimo lavoro nel restituire dettaglio, peso e timing. Con un po’ più di attacco e punch, avrebbero meritato la massima valutazione, ma già così, e pur tenendo conto del prezzo impegnativo, siamo di fronte ad auricolari capaci di dare grandi soddisfazioni con diversi generi musicali.

© 2016 – 2018, AF Digitale. Tutti i prodotti sono stati provati nelle apposite sale di ascolto e di visione di Beoplay H3 ANC: auricolari di razza e Beoplay H3 ANC: auricolari di razza dal team editoriale con sede nel Regno Unito.

  • Beoplay H3 ANC
4

Il nostro verdetto

Pro
Sound solido con un buon peso dato dai bassi
Suono dettagliato e profondo
Design impeccabili
Comodi e non stancanti

Contro
Avrebbero bisogno di più attacco
La cancellazione del rumore è piuttosto lieve

SCHEDA TECNICA
Sito web del produttore: www.bang-olufsen.com
Frequenze: 20 Hz-16 kHz
Tipo auricolari: cablati
Lunghezza cavo: 1,30 metri
Dimensioni driver: 10,80 mm
Peso: 40 grammi


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest