UNIVERSALGRANDE CINEMA 4K
Audio portatile Featured home Prove What Hi Fi

Auricolari in-ear Klipsch T5 True Wireless – La recensione

T5 True Wireless

I Klipsch T5 True Wireless non sono i migliori in-ear del genere venduti a 200 euro, ma tra autonomia e prestazioni audio il risultato è comunque notevole

Alla fine anche Klipsch, uno dei produttori audio più longevi sul mercato con i suoi oltre 70 anni di attività, ha ceduto al fascino (e al successo imperante) degli auricolari true wireless. Lo ha fatto con i T5 True Wireless, disponibili in Italia a un prezzo di listino di 199 euro e destinati a scontrarsi con tantissimi modelli (dagli Apple AirPods di seconda generazione ai Sony WF-1000XM3 passando per i Auricolari in-ear Klipsch T5 True Wireless – La recensioneJabra Elite 65t Active) che popolano ormai da mesi questo settore in continua espansione.

Dalla sua Klipsch può però contare su un’esperienza notevole quando si parla di cuffie e auricolari e su alcune funzionalità specifiche per questo modello che non passano certo inosservate. Il case-custodia di ricarica ad esempio pesa quasi 100 grammi (circa tre volte più pesante di quello degli AirPods) ed è rivestito in metallo spazzolato. Sembra quasi un accendino “di lusso” che non sfigurerebbe tra le mani di Jax della serie TV Sons Of Anarchy e che dona a questi auricolari un look decisamente premium.

Auricolari in-ear Klipsch T5 True Wireless – La recensione

Gli auricolari ellittici sono neri, con il logo di Klipsch in oro rosa ben visibile sulla parte esterna. Questo è l’unico colore disponibile, ma non ci lamentiamo più di tanto; i T5 True Wireless infatti sono esattamente il tipo di accessorio portatile che il buon Jax (sempre tornando al parallelo televisivo) sarebbe orgoglioso di estrarre dalla sua giacca di pelle.

Comfort

Il “collo” che parte dall’auricolare e in cui si innesta l’ear-tip è piuttosto lungo; vale la pena sottolineare questa caratteristica, perché se alcuni utenti preferiranno un’aderenza più profonda degli auricolari alle orecchie, altri potrebbero trovare questo design un po’ scomodo. Nella confezione sono inoltre disponibili solo tre ear-tip e gli auricolari vengono forniti di default con la coppia più grande. È un peccato che non siano incluse altre dimensioni, anche se nel nostro caso ci siamo trovati subito benissimo con gli ear-tip standard.

Caratteristiche

Più che altro i primi problemi sono cominciati in fase di pairing. Il processo di connessione e associazione al nostro iPhone 11 tramite Bluetooth infatti non stato è privo di ostacoli. Inizialmente i T5 True Wireless faticavano a trovare l’iPhone e, quando lo hanno fatto, si collegavano allo smartphone dopo un po’ di tempo, nonostante l’avviso vocale degli auricolari dicesse che il pairing era stato eseguito. Escludiamo tra l’altro che si tratti di un problema di iOS, visto che anche con Android (in questo caso utilizzando uno Xiaomi Mi A2) abbiamo riscontrato la stessa “reticenza” in fase di collegamento.

Auricolari in-ear Klipsch T5 True Wireless – La recensione

Alla fine, dopo qualche tentativo, abbiamo stabilito una connessione e, una volta eseguito il pairing, scopriamo che i pulsanti centrali su ciascun auricolare eseguono funzioni come mettere in pausa una traccia, connettersi all’assistente vocale di turno e gestire le chiamate: insomma, tutto come da copione per degli auricolari true wireless che non siano gli AirPods.

Sfortunatamente abbiamo testato T5 True Wireless senza il vantaggio di Klipsch Connect, un’app per iOS e Android che al momento di scrivere è elencata come “in arrivo” sul sito web di Klipsch; in effetti, anche facendo una ricerca su App Store e Play Store, non l’abbiamo trovata. L’app, secondo quanto riportato dal produttore, integra un equalizzatore, un indicatore dello stato della batteria, un tool per gli aggiornamenti del firmware e altro ancora e spiace davvero che Klipsch abbia portato sul mercato i T5 True Wireless senza fornire contemporaneamente questo utile strumento mobile.

Ci sono comunque tre piccoli led sulla custodia di ricarica per darvi un’indicazione dell’autonomia rimasta. A tal proposito le 32 ore promesse da Klipsch (8 ore dagli auricolari e 24 ore aggiuntive assicurate dal case) si sono rivelate piuttosto veritiere e, da questo punto di vista, siamo di fronte ad alcuni degli auricolari true wireless più virtuosi sul mercato.

Auricolari in-ear Klipsch T5 True Wireless – La recensione

Klipsch, stranamente, ha poi deciso (nonostante il prezzo) di non offrire alcuna tecnologia di cancellazione del rumore (l’isolamento passivo è comunque efficace in diverse situazioni), ma se non altro i quattro microfoni integrati si sono rivelati eccellenti a livello di chiarezza e nitidezza durante le chiamate vocali e nel capire i comandi a Siri anche in situazioni piuttosto rumorose.

Qualità audio

Eravamo molto curiosi di scoprire come questi driver dinamici a bobina mobile da 5mm con una risposta in frequenza molto ampia (10-19000 Hz) si comportassero nell’ascolto via Bluetooth (qui in versione 5.0 con anche il supporto per aptX). Per rimanere in tema con Sons of Anarchy, facciamo partire la colonna sonora della serie da Apple Music. This Life di Kurtis Stigers & The Forest Rangers viene presentata con una straordinaria quantità di dettagli e separazione tra la chitarra solista in stile vintage sull’orecchio sinistro e quella ritmica sull’orecchio destro. Le voci sono pulite, chiare e precise in ciò che è un mix ben bilanciato e coeso.

La voce di Audra Mae nella sua cover di Forever Young di Bob Dylan è perspicace e timidamente emotiva, trasmettendo abilmente una sensazione di dolce ninna nanna. Le corde del banjo sono nitide, piene, facilmente riconoscibili e ben distinte mentre si aggiungono all’impeccabile gestione del timing che i Klipsch continuano a offrire.

Auricolari in-ear Klipsch T5 True Wireless – La recensione

Una volta che si è trovata la sistemazione ideale nelle orecchie, i T5 True Wireless scendono molto abilmente nelle frequenze basse per produrre un giusto peso e un impatto vigoroso là dove serve. Questi auricolari sono in grado di far emergere un po’ più di dettagli rispetto ai Cambridge Audio Melomania 1, il che non è un’impresa da poco. Tuttavia, abbiamo scoperto che i true wireless di Cambridge offrono dinamiche più pronunciate ed efficaci in brani come la cover di Hey Hey, My My di Neil Young eseguita dai Battelme, che inizia quasi in modo impercettibile con solo voce e piano per poi terminare con uno slancio e trasporto maggiori nei Cambridge Audio.

Verdetto

I Klipsch T5 True Wireless hanno sicuramente tanti meriti (costruzione, autonomia, quantità di dettagli), ma se non vedete qui sotto la massima valutazione è perché, a livello di dinamica, vengono superati da auricolari ben più economici (i Melomania 1 costano infatti 70 euro in meno) e perché i problemi di pairing Bluetooth non sono il massimo per auricolari venduti a questo prezzo.

Auricolari in-ear Klipsch T5 True Wireless – La recensione

Contando poi che manca anche l’app di supporto, ci pare che questi primi in-ear true wireless di Klipsch siano ancora un po’ acerbi e non ci stupiremmo se a giorni, magari proprio con l’uscita dell’app, arrivasse un aggiornamento firmware che risolva i problemi di pairing. Un ulteriore dubbio che ci viene è che il comfort e l’adattamento alle orecchie sono limitati dalla poca scelta di ear-tip compresi nella confezione; come già detto, non abbiamo avuto problemi, ma sappiamo bene come con gli in-ear il discorso della “calzata” sia molto soggettivo.

Nonostante ciò, i Klipsch T5 True Wireless suonano indubbiamente bene, anche se con così tanti concorrenti nella stessa fascia di prezzo (e anche meno cari), non sarà affatto facile per il produttore americano emergere e insediarsi tra i primi posti nell’agguerrita corsa a eleggere i migliori true wireless del 2019.

© 2019, AF Digitale. Tutti i prodotti sono stati provati nelle apposite sale di ascolto e di visione di Auricolari in-ear Klipsch T5 True Wireless – La recensione e Auricolari in-ear Klipsch T5 True Wireless – La recensione dal team editoriale con sede nel Regno Unito.

  • Verdetto
4

Sommario

I Klipsch T5 True Wireless non sono i migliori in-ear del genere venduti a 200 euro, ma tra autonomia e prestazioni audio il risultato è comunque notevole.

Pro
Grande livello di dettaglio
Gamma media sopraffina
Esteticamente eleganti
Ottima autonomia

Contro
La dinamica è un po’ sotto tono
Qualche problema con il pairing Bluetooth
Manca ancora la companion app

Scheda tecnica
Design: in-ear
Driver: 5mm
Risposta in frequenza: 10Hz-19kHz
Connettività: Bluetooth 5.0 aptX
Peso custodia: 96,9 g
Peso auricolare: 5,5 g
Prezzo: 199 euro
Sito del produttore: www.klipsch.com
Distributore italiano: www.exhibo.it


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest