UNIVERSALGRANDE CINEMA 4K
Audio portatile Featured home Prove Traduzioni

Astell&Kern A&ultima SP1000M: i primi ascolti sono ok

A&ultima SP1000M

In attesa di conoscere prezzo e disponibilità in Italia, abbiamo passato un po’ di tempo con l’Astell&Kern A&ultima SP1000M, DAP hi-res da acquolina in bocca.

Il nuovo lettore audio ad alta risoluzione di Astell&Kern potrebbe essere anche il più attraente nell’ormai ampia line-up di DAP hi-res del produttore sudcoreano. Dopo aver ascoltato il feedback degli utenti sul top di gamma A&ultima SP1000 (prezzo di listino italiano di 4250 euro), l’azienda sta per tornare sul mercato con un modello più leggero e più piccolo (caratterizzato dalla M nel nome) con la volontà di proporre un player audio più portatile.

La ciliegina sulla torta? Astell&Kern promette una migliore qualità del suono senza spendere un capitale visto che l’Astell&Kern A&ultima SP1000M dovrebbe costare molto meno del suo predecessore. In attesa che Audiogamma rilasci informazioni sul prezzo italiano, in UK si parla di 2000 sterline e negli USA di 2400 dollari, che dovrebbero diventare circa 2300-2400 euro (o almeno speriamo).

Astell&Kern A&ultima SP1000M: i primi ascolti sono ok

Costruzione

A&ultima SP1000M è un esempio da manuale del design Astell&Kern. Linee e spigoli angolari, la ruota del volume multifunzione prominente sul lato, il corpo lucido interamente in alluminio. Trasmette fin da subito una sensazione di maggior leggerezza ed è più comodo nella mano rispetto ai principali DAP hi-res rivali. Astell&Kern afferma di aver ridotto il volume complessivo del prodotto del 18% rispetto al SP1000, mentre il peso è stato ridotto addirittura del 48%.

Oltre alla rotellina per il controllo del volume sul lato destro, ci sono tre piccoli pulsanti sul lato sinistro. Questi permettono di saltare la traccia e di controllare la riproduzione, mentre nella parte inferiore dell’unità sono posizionati un connettore USB Type-C e uno slot microSD, con le uscite bilanciata e sbilanciata che si trovano invece sulla parte superiore. Sappiamo tutti che le prime impressioni contano e le prime impressioni di Astell&Kern SP1000M sono assolutamente positive.

 

Caratteristiche

Il telaio più piccolo significa inevitabilmente una batteria più piccola. Quella da 3.300 mAh del SP1000M promette 10 ore di riproduzione anziché le 12 ore del modello precedente e c’è anche meno spazio per lo storage. Questo lettore ha infatti una memoria da 128 GB anziché di 256 GB, sebbene come abbiamo già sottolineato ci sia ancora la possibilità di espandere la memoria interna utilizzando una scheda microSD.

Astell&Kern A&ultima SP1000M: i primi ascolti sono ok

Anche il display è più piccolo (4,1’’ rispetto ai 5’’ del fratello maggiore), pur conservando la stessa risoluzione e la stessa interfaccia utente appena ridisegnata dal produttore. All’interno la CPU e il DAC sono gli stessi. Parliamo quindi di due DAC AK4497EQ (uno per ciascun canale) e di una CPU octa-core Exynos 7420. Ciò che è nuovo è un layout di blocco audio aggiornato, che mira a spostare i condensatori, accorciare il percorso del segnale e fornire un suono migliore grazie alla riduzione del rumore e al miglioramento del livello di uscita.

Per il resto troviamo il supporto PCM ad alta risoluzione fino a 32-bit/384kHz e la riproduzione nativa di file DSD fino a DSD256, oltre a connettività Wi-Fi, funzionalità DAC USB, rete DLNA, uscita audio digitale tramite USB e Bluetooth aptX HD.

Una novità gradita è un servizio di app aperto che consente agli sviluppatori di applicazioni di utilizzare le API di A&K per consentire il caricamento diretto delle app sul lettore. Undici servizi musicali sono supportati al lancio in tutto il mondo, quattro dei quali supportati in tutti i mercati (Amazon Music, Soundcloud, Spotify e Tidal, mentre manca Qobuz). Qual è la differenza? Sembra che per funzionalità complete, come la riproduzione offline su Tidal, sia necessario caricare l’app anziché incorporarle come siamo abituati a vedere su molti DAP. Non vediamo l’ora di testare a fondo questa nuova feature nella recensione completa.

Astell&Kern A&ultima SP1000M: i primi ascolti sono ok

Qualità audio

Più piccolo, più leggero, un suono migliore: questa è la promessa ambiziosa di Astell&Kern. Una cosa è certa: è difficile rimanere delusi nel modo in cui l’SP1000M suona in questa breve prova che abbiamo effettuato. Con un paio di cuffie Audeze sulla testa (che sembrano molto più pesanti del lettore) le voci suonano spaziose e dirette, con un’ampiezza impressionante per ogni nota. Enter Sandman dei Metallica suona potente e incisiva e alzare il volume consente di sentire la voce ancora più carica e rabbiosa e le chitarre più dinamiche e aggressive, senza che si aggiunga asprezza sugli alti.

Passando a qualcosa di un po’ più tranquillo come l’immortale Blue di Joni Mitchell, l’SP1000M si muove perfettamente a suo agio, mostrando una mano più attenta e abile nel dare spazio alla voce per respirare e nel mantenere un timing che unisce piano e voce come meglio non si potrebbe.

Astell&Kern A&ultima SP1000M: i primi ascolti sono ok

Verdetto iniziale

Un evento di lancio di un prodotto non è mai il momento migliore per trarre conclusioni serie, in particolare per un dispositivo di fascia alta come questo, ma le nostre prime impressioni sono sicuramente positive. Più leggero e più compatto non possono che essere aggettivi positivi quando si tratta di dispositivi portatili e, se Astell&Kern sarà in grado di offrire il livello di prestazioni a cui siamo abituati, potremmo trovarci di fronte a un best buy assoluto. Visto però il prezzo però, ci aspettiamo che questo DAP hi-res suoni davvero (ma davvero) alla grande

© 2018, AF Digitale. Tutti i prodotti sono stati provati nelle apposite sale di ascolto e di visione di Astell&Kern A&ultima SP1000M: i primi ascolti sono ok e Astell&Kern A&ultima SP1000M: i primi ascolti sono ok dal team editoriale con sede nel Regno Unito.


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest