Featured home HI-FI Prove What Hi Fi

Amplificatore-streamer Marantz PM7000N – La recensione

PM7000N

Difficile non farsi conquistare dal Marantz PM7000N, che a parte un lettore CD ha davvero tutto quello che serve per ascoltare musica come si deve.

Il mondo è ormai abituato all’equivalente hi-fi della borsa magica di Mary Poppins; componenti che miracolosamente (e convenientemente) racchiudono tutto in un’unica scatola compatta. Il Marantz PM7000N, disponibile in Italia a un prezzo di listino di 1199 euro, potrebbe non contenere un cappello o una lampada nel suo telaio, ma offre 60 W di amplificazione per canale, un DAC, un modulo di rete e l’accesso a una serie di servizi di streaming musicale.

Abbinategli dei diffusori da pavimento o da supporto di qualità decente e sarete pronti per ascoltare tutta la vostra musica a parte quella su CD, visto che questo ampli integrato tuttofare è privo di un lettore ottico. Guardandolo dall’esterno, potreste mettere in dubbio quanto sia nuovo il PM7000N, soprattutto da quando Marantz ha adottato un look più contemporaneo e ricercato per sistemi con specifiche simili come il Melody X. Ma come Mary Poppins faceva notare, non dovreste mai giudicare le cose dal loro aspetto.

Costruzione

Ovviamente un sistema di streaming non è un salto nel buio per Marantz. Il brand nipponico ha infatti una ricca storia di amplificatori stereo e, in tempi più recenti, anche di player di rete. Non deve quindi stupire che il PM7000N racchiuda questi due mondi sotto uno stesso chassis. Il circuito pre-amplificatore e phono utilizza la tecnologia HDAM (Hyper Dynamic Amplifier Module) che è stata un elemento chiave dei prodotti Marantz dagli anni ’90 a oggi. La sezione del preamplificatore di nuova concezione sfrutta l’ultimo controllo elettronico del volume targato Marantz, mentre la sezione dell’amplificatore di potenza è completamente discreta e il modulo di rete e la scheda digitale sono schermati per evitare interferenze.

Amplificatore-streamer Marantz PM7000N – La recensione

Nel tentativo di semplificare il percorso del segnale e ridurre il conteggio dei componenti, Marantz ha integrato un transistor a effetto di campo (FET) nello stadio di ingresso del nuovo design phono integrato. Questo fornisce un’elevata impedenza di ingresso, elimina la necessità di condensatori di accoppiamento CA e semplifica il percorso del segnale, riducendo la distorsione e il rumore e migliorando notevolmente la purezza del segnale. Come per il suo ampli integrato PM6006, Marantz ha poi scelto un trasformatore toroidale, al contrario di un nucleo El, per la sua maggiore efficienza e basse vibrazioni meccaniche e ci sono anche nuovi terminali per i diffusori.

Il PM7000N utilizza un DAC Asahi-kasei AK4490EQ sul chip Ciruss Logic CS4398 trovato in altri amplificatori amplificatori Marantz come i PM7005 e PM6006. Questo DAC permette lo streaming in PCM a 24 bit/192kHz attraverso gli ingressi digitali (USB, coassiale e due ottici) e server musicali e streaming di file DSD a 5,6 MHz tramite USB e server musicali. Per prestazioni migliori, è possibile utilizzare una modalità analogica per disabilitare tutte le sezioni digitali quando non in uso.

Caratteristiche

Mentre queste connessioni digitali, oltre ai quattro ingressi analogici (uno dei quali è un phono di nuova concezione), consentono di collegare componenti esterni come un lettore CD, un giradischi o una chiavetta USB, non dimentichiamo che all’interno di questo ampli è integrata la piattaforma multi-room HEOS creata proprio da Marantz e Denon, che offre l’accesso diretto a server musicali in rete, radio Internet e numerosi servizi di streaming musicali tra cui Spotify, Tidal, Deezer e Amazon (incluso il nuovo Music HD) tramite Wi-Fi o Ethernet.

Amplificatore-streamer Marantz PM7000N – La recensione

Non mancano nemmeno AirPlay 2 per lo streaming dai dispositivi Apple e il Bluetooth aptX. Chi è interessato al controllo vocale sarà poi lieto di sapere che sono supportati anche Alexa, Google Assistant e Siri. Naturalmente lo strumento di navigazione preferito sarà il vostro smartphone o tablet tramite l’app di HEOS, da cui potete accedere e controllare la musica, cambiare sorgente e gestire un impianto multi-room. Abbiamo visto app di streaming migliori, ad esempio quelle di BluOS e Naim, ma HEOS rimane una soluzione robusta e facile da usare. Se invece si preferisce un approccio più pratico, i pulsanti di navigazione sul pannello frontale possono essere utilizzati per eseguire semplici operazioni di controllo e naturalmente non manca il telecomando.

Per quanto riguarda il display, alcuni lo reputano superfluo su elettroniche di questo tipo considerando appunto l’utilizzo dello smartphone (e relativo schermo) come controller principale, ma abbiamo apprezzato la possibilità di non stare sempre con lo sguardo fisso sul telefono e leggere invece le informazioni sul brano durante la riproduzione di un album sul piccolo display OLED frontale. Esteticamente parlando, questo è un Marantz di vecchia scuola, con due grandi manopole per il volume e gli ingressi, tre più piccole per la regolazione dei bassi e degli alti e un jack per cuffie da 6,3 mm. Meno ovvia è la funzione che consente al telecomando fornito da Marantz di controllare il volume, l’ingresso e l’alimentazione di un TV connesso.

Amplificatore-streamer Marantz PM7000N – La recensione

L’aspetto negativo della coerenza progettuale di Marantz è che il PM7000N non appare particolarmente premium rispetto ad alcuni dei prodotti più economici nel listino del produttore, ma è ben costruito e per chiunque abbia già altre elettroniche Marantz o abbia semplicemente un gusto più tradizionale quando si tratta di hi-fi, il PM7000N calzerà alla perfezione.

Qualità audio

Selezioniamo Night Melody di Rival Consoles streammata da Tidal tramite l’app HEOS e il PM7000N rivela un carattere sonoro che è allo stesso tempo potente, espansivo e pesante. Comunica bene il denso panorama sonoro di questo brano strumentale e assicura che il suono dei synth martellanti sia adeguatamente imponente nel mix. Questo ampli integrato ha anche l’attenzione dinamica sufficiente per trasmettere il flusso dei synth e dei loro saliscendi. Non ci sentiamo in dovere di alzare il volume per essere coinvolti dal suono. Quando i beat low-fi condividono la scena con i synth più scintillanti, la qualità su entrambe le estremità dello spettro di frequenze è evidente. Ma anche la gamma media tiene il passo, riuscendo persino a eclissare su questo versante il premiato Bluesound Powernode 2i.

Amplificatore-streamer Marantz PM7000N – La recensione

Per testare la voce, abbiamo riprodotto Let Me Get There di Hope Sandoval & the Warm Intentions e l’eccezionale lucidità del Marantz fa miracoli nell’interscambio vocale tra la tonalità dolce e mielosa dell’ex cantante dei Mazzy Star e il tono più pieno di Kurt Vile. Mentre il Bluesound imprime un suono piacevolmente dinamico e ricco, il PM7000N batte i talenti dei suoi rivali con maggiore chiarezza ed espressione.

Le nostre recensioni passate di prodotti Marantz hanno a volte messo in evidenza una tendenza verso un carattere sonoro poco “eccitante”, ma qui non possiamo lamentarci su questo fronte quando facciamo partire 666ʇ di Bon Iver. Il PM7000N gestisce bene la dinamica percussiva della traccia, trasmettendo l’esuberante atmosfera elettronica dell’album e tenendo traccia (cosa non facile) della glaciale cacofonia dei synth che caratterizza il brano.

Verdetto

Sulla carta il PM7000N sembra un vincitore sicuro nell’abbinamento dell’amplificazione Marantz e dell’esperienza di streaming fornita dalla piattaforma HEOS, ormai parte integrante di molti prodotti di Denon e Marantz. E per fortuna questo aspetto teorico si conferma brillantemente anche sul versante pratico. Se state infatti cercando un pratico amplificatore stereo integrato con tutte le connessioni analogiche, digitali e di streaming del caso, questo sistema hi-fi dovrebbe assolutamente essere in cima alla vostra lista dei desideri.

  • Verdetto
5

Sommario

Difficile non farsi conquistare dal Marantz PM7000N, che a parte un lettore CD ha davvero tutto quello che serve per ascoltare musica come si deve.

Pro
Sound grande, spazioso e dettagliato
Brillantezza da primo della classe
Piattaforma streaming HEOS solida e rodata

Contro
Alcuni pulsanti plasticosi non sono il massimo

Scheda tecnica
Potenza: 2x60W su 8 Ohm
Ingressi: USB, 2x ottici, 4x RCA
Uscite: cuffie da 6,3mm, analogiche, subwoofer
Connettività: Wi-Fi, Ethernet, AirPlay 2, Bluetooth aptX
Prezzo: 1199 euro
Sito del produttore: www.marantzitaly.com/it

© 2020, AF Digitale. Tutti i prodotti sono stati provati nelle apposite sale di ascolto e di visione di Amplificatore-streamer Marantz PM7000N – La recensione e Amplificatore-streamer Marantz PM7000N – La recensione dal team editoriale con sede nel Regno Unito.

© 2020, MBEditore, riproduzione riservata.


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest