Audio portatile Featured home HI-FI Prove

Astell & Kern AK70 MKII e Sony Walkman NW-ZX300: chi vince la sfida?

Walkman NW-ZX300

Se avete a disposizione 700 euro per un DAP portatile hi-res, l’Astell & Kern AK70 MKII e Sony Walkman NW-ZX300 sono i due modelli più validi tra cui scegliere. Qual è però il migliore in assoluto?

Astell & Kern AK70 MKII o Sony Walkman NW-ZX300? È la domanda che ci siamo fatti dopo aver recensito questi due ottimi DAP hi-res portatili e alla quale cerchiamo di rispondere in questo speciale in odore di sfida, ricordando che sul mercato italiano entrambi si possono acquistare a circa 700 euro e che quindi, anche a livello di prezzi, non sarà per niente facile stabilire un vincitore.

Funzioni

Astell & Kern AK70 MKII e Sony Walkman NW-ZX300: chi vince la sfida?

Da parte sua Sony definisce il Walkman NW-ZX300 come un DAP superiore sotto tutti gli aspetti e in effetti, a leggere le specifiche tecniche, non possiamo che dare ragione al produttore nipponico. Amplificatore digitale S-Master HX che riduce distorsione e rumore lungo un ampio range di frequenze, supporto per file PCM fino a 32bit/384kHz, per file DSD fino a 11.2MHz e per file MQA, scaler DSEE per portare anche formati audio con risoluzione minore a qualcosa di simile a veri e propri file hi-res.

Come completezza il DAP Sony è certamente superiore a quello di A&K, che manca ad esempio del supporto per i file MQA ma che, a differenza del rivale, può streammare audio lossless e ad alta risoluzione da Tidal (sempre se si è abbonati al servizio naturalmente). Contando appunto la natura hi-res di questi player audio portatili, il fattore Tidal non è da sottovalutare.

Astell & Kern AK70 MKII e Sony Walkman NW-ZX300: chi vince la sfida?

Dove i due DAP si equivalgono è invece nello storage interno (64GB), nella presenza del Bluetooth e di due uscite cuffia (bilanciata e non) e nella possibilità di essere utilizzati come DAC USB.

Costruzione

Astell & Kern AK70 MKII e Sony Walkman NW-ZX300: chi vince la sfida?

L’Astell & Kern AK70 MKII rappresenta un piccolo upgrade estetico rispetto al nostro amato AK70 (la rotellina del volume ad esempio), anche se la differenza principale rispetto al modello precedente è il leggero incremento di peso e dimensioni. Dopotutto al suo interno troviamo un design a doppio DAC, una sezione di amplificazione rivista e potenziata e una batteria più capiente (e per fortuna, visto che streammare da Tidal via Wi-Fi consuma parecchio).

Nonostante ciò siamo di fronte a un DAP portatile sempre comodo e pratico anche se avremmo preferito bordi un po’ più tondeggianti, mentre fa piacere ritrovare il bel display touch da 3,3’’ e i click della rotellina del volume più netti e definiti rispetto a quelli dell’AK70.

Da un punto di vista prettamente estetico però continuiamo a preferire il DAP Sony, partendo dal corpo in alluminio e dai bordi più arrotondati per finire con l’eccellente display touch e con le dimensioni più compatte, che per un DAP di natura portatile come questo non sono elementi da sottovalutare.

Astell & Kern AK70 MKII e Sony Walkman NW-ZX300: chi vince la sfida?

In fase di test però l’esperienza utente di entrambi i DAP rimane molto simile. Entrambi i display rispondono bene al touch e anche a livello di navigazione tra le cartelle non abbiamo riscontrato problemi particolari in nessuno dei due player. L’unico limite di un certo peso lo abbiamo riscontrato nel livello massimo del volume del DAP Sony, che anche con le cuffie meno sensibili a nostra disposizione ci è parso non all’altezza di un DAP in questa fascia di prezzo. Limite invece non riscontrato dal player A&K e quindi, se avete cuffie con un’alta impedenza, tenetene conto.

Qualità audio

Astell & Kern AK70 MKII e Sony Walkman NW-ZX300: chi vince la sfida?

La prima cosa che salta all’orecchio una volta iniziati i test è l’elevatissimo livello di dettaglio che entrambi i DAP riescono a restituire. In Harvest di Neil Young c’è una tale attenzione al dettaglio strumento e vocale da capire perché l’audio hi-res stia avendo così tanto successo. E non parliamo solo di dettaglio di un singolo strumento, ma di una coesione tale da far suonare l’intero mixing del brano in modo assolutamente brillante.

Un versante, quello del dettaglio, su cui il DAP Sony riesce a dare qualche piccola soddisfazione in più rispetto all’AK70 MKII, che però a sua volta dimostra di essere migliorato rispetto al modello precedente. È qualcosa che siamo abituati a riscontrare nei DAP Sony e lo stesso vale per il bilanciamento che offre questo nuovo Walkman.

Le corde delle chitarre acustiche suonano ricche e brillanti, il basso scende bene in profondità e la gamma media è molto corposa e rende la voce di Young estremamente calda e umana. Questo DAP Sony è molto simile ai precedenti modelli e ciò, oltre ad aver portato con sé indubbi pregi, ha comportato anche anche alcune carenze. Se infatti il Walkman NW-ZX300 potesse eguagliare questa sua estrema brillantezza con un’espressione dinamica di egual valore, potrebbe benissimo rivaleggiare ad armi pari con il DAP A&K, ma ciò non è accaduto (o almeno non del tutto).

Astell & Kern AK70 MKII e Sony Walkman NW-ZX300: chi vince la sfida?

Ci riferiamo in particolare a una certa mancanza di impatto ed eccitazione e a un tocco fin troppo leggero quando si tratta di sottolineare gli sbalzi dinamici più evidenti. Sebbene non sia una risposta completamente piatta, quella del DAP Sony mette in mostra una timidezza che, considerando il prezzo praticamente identico, ci fa preferire l’AK70 MKII.

Quest’ultimo infatti è più aggressivo a riesce a sottolineare con più efficacia e forza i cambiamenti dinamici. Ce ne accorgiamo soprattutto passando al volo da uno all’altro, ma questa natura così timida e “riservata” del DAP Sony si nota chiaramente anche senza switchare continuamente tra i due player. Il miglior timing dell’A&K è un altro punto a favore del DAP coreano, mentre a livello di organizzazione sonora i due player non mettono in mostra particolari differenze.

Astell & Kern AK70 MKII e Sony Walkman NW-ZX300: chi vince la sfida?

Verdetto

Anche se nel complesso il modello di A&K emerge vittorioso (gamma dinamica più ricca, streaming tramite Tidal), chi punta soprattutto a dettaglio e brillantezza potrebbe preferire il DAP Sony, che tra l’altro offre un supporto hi-res più ampio a livello di file e formati. Indubbiamente per Sony non si tratta di un prodotto in grado di portare il brand Walkman in vetta nel mercato dei DAP portatili, ma ciò non toglie che sia un player audio hi-res capace di trovare parecchi sostenitori. Per il momento però continuiamo a preferire l’Astell & Kern AK70 mkII, che in questa fascia di prezzo rimane senza dubbio il miglior DAP hi-res disponibile.

© 2018, AF Digitale. Tutti i prodotti sono stati provati nelle apposite sale di ascolto e di visione di Astell & Kern AK70 MKII e Sony Walkman NW-ZX300: chi vince la sfida? e Astell & Kern AK70 MKII e Sony Walkman NW-ZX300: chi vince la sfida? dal team editoriale con sede nel Regno Unito.


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest