JBL LINK AUDIOCONNESSO
Featured home Notizie TV

8K: SES lancia un canale satellitare su Astra 2E

8k

Continuano le sperimentazioni satellitari per l’8K e questa volta tocca a SES, che ha appena lanciato un canale test su Astra 2E.

SES, operatore satellitare globale con sede in Lussemburgo, ha lanciato nei giorni scorsi un canale sperimentale con video in 8K (7680×4320 pixel) che, per il momento, manda in rotazione alcune brevi demo come quella sottostante presa da YouTube che mostra un liutaio al lavoro su un violino (anche su YouTube è possibile attivare la risoluzione 8K).

Già nel maggio dello scorso anno SES aveva effettuato un primo test satellitare per l’8K e l’attivazione di questo nuovo canale è quindi un passo successivo, sebbene al momento i contenuti mostrati siano privi di HDR. Le trasmissioni del canale sono veicolate tramite il satellite Astra 2E a 28,2° Est e per l’encoding viene utilizzato l’HEVC con un bitrate di circa 80 Mbps.

8K: SES lancia un canale satellitare su Astra 2E

Questi i parametri per ricevere il canale:

  • Satellite: Astra 2E 28,2 ° East
  • Frequenza: 11,973 MHz
  • Symbol rate: 31,000
  • FEC: 9/10
  • Modulazione: 8PSK
  • Bitrate: 83,1 Mbps (con encoding in HEVC)

Si tratta insomma dell’ennesimo passo verso la fruizione dell’8K, dopo quello ben più corposo partito lo scorso anno in Giappone con il canale satellitare interamente in 8K di NHK, anche se nel complesso l’offerta di contenuti in 4320p continua a rimanere molto scarsa. Thomas Wrede, videpresidente di SES, ha dichiarato in un recente intervento che uno degli ostacoli alla diffusione dell’8K, oltre naturalmente ai pochissimi TV presenti nelle case delle famiglie e alla scarsità di contenuti, è anche il modo di veicolare questo tipo di segnale.

8K: SES lancia un canale satellitare su Astra 2E

Secondo Wrede infatti l’HEVC inizia già a essere superato e il codec VVC (Versatile Video Coding) sarebbe molto più adatto a gestire segnali video in 4320p, potendo raggiungere un ulteriore 50% di compressione rispetto all’HEVC senza che ciò influisca sulla qualità video. Fatto sta che lo standard VVC non è ancora stato approvato (ciò dovrebbe accadere a luglio del prossimo anno), sebbene siano già oltre trenta le organizzazioni interessate al suo utilizzo.

A leggere le recenti previsioni di NSR (Northern Sky Research), sembra invece che il 4K se la passi molto meglio. Le stime parlano infatti di 196 canali in 4K (satellitari e non) a fine anno (131 quelli disponibili già ora), che diventeranno 259 nel 2020, 334 nel 2021 e addirittura 934 nel 2026.


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest